Il Club degli Autori - Concorsi Letterari - Montedit - Consigli Editoriali - Il Club dei Poeti
Pagine viste dal 1-5-2008: _____
I concorsi del
Club degli autori
I risultati dei
Concorsi del Club
Le Antologie dei
Concorsi del Club
Tutti i bandi per
data di scadenza
Tutti i risultati
Informazioni e
notizie utili
il Club
degli autori
il Club
dei Poeti
Consigli
editoriali
Editrice
Montedit
Club
news
 
 
 

Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2012
XVII Edizione

Ultimo aggiornamento: 30 Settembre 2014
Clicca qui per il bando completo del concorso
Andamento del concorso:

  • Spedito le bozze dell’Antologia il 02-05-2013
  • Antologia del Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2012 – L’Antologia è stata spedita dal 27-06-2013 al 05-08-2013 – Spedito le bozze dell’Antologia il 02-05-2013 – Spedita in data 05-11-2012 la lettera di ammissione all’antologia del premio della sezione Poesia.
  • La giuria rende noti i risultati in data 3-12-2012. La valutazione delle opere è iniziata in data 12-10-2012.
  • La premiazione si è tenuta sabato 2 febbraio 2013 alle ore 15:00 presso l’Auditorium «Recagni» della Scuola Sociale Accademia delle Arti in via Marconi 21 a Melegnano con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale Assessorato alla Cultura, presente l’Assessore alla Cultura Raffaela Caputo. Direzione artistica a cura di Fabrizio Ferrari. Lettura dei testi a cura di Fabrizio Ferrari e Cristina Petriccioli. Separi musicali a cura del gruppo «L’Anomalia – il quartetto» composto da: Fabrizio Ferrari, Manuela Grignani, Stefano Locatelli e Veronica Marcato.

Online le fotografie Prima parte slide showPrima parte scaricabileSeconda parte slide showSeconda parte scaricabile

Risultati

La Giuria della XVII Edizione del Premio di Poesia Città di Melegnano 2012, patrocinato dal Comune di Melegnano Assessorato alla Cultura e Identità, e presieduta da Benedetto di Pietro, per la poesia e Alessandra Crabbia, per la narrativa, rende noti i risultati:


Sezione Poesia:


Dal 4° al 10° classificato vincono: Attestato di merito –Pubblicazione della poesia sulla rivista Il Club degli autori – sull’Antologia del Premio con assegnazione di due copie del volume – sul sito Internet del Club degli autori


  • Segnalato dalla Giuria con Attestato di merito con «Non ho tempo» Valter Urbini, Rimini.


Sezione Narrativa:



Dal 2° al 10° classificato vincono: Attestato di merito – Pubblicazione del racconto in Volume Antologico dei racconti vincitori della sezione Narrativa, edito dalla Casa editrice Montedit con assegnazione di 5 copie gratuite a ciascun Autore – Pubblicazione del racconto sul sito internet del Club degli autori


Opere Segnalate dalla Giuria con attestato di merito:

  • «L’America», Rocco Cavalli, Avegno (CH) – SVIZZERA
  • «Rose rosse per Gianna», Angelo Bindi, Rho (MI)
  • «L’avventura di Frank», Giuseppe Bortolotti, Modena
  • «Un nuovo inizio», Giorgia Bruzzone, Genova
  • «Di più antiche paure», Fabio Colombi, Manopello Scalo (PE)


La cerimonia di premiazione si terrà sabato 2 febbraio 2013 presso l’Auditorium «Recagni» della Scuola Sociale Accademia delle Arti in via Marconi 21 a Melegnano con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale Assessorato alla Cultura e Identità. Direzione artistica a cura di Fabrizio Ferrari.

Opere vincitrici


Filippo Inferrera


Opera 1^ classificata


Tornano i primi soli


Tornano i primi soli della primavera,
tiepidi abbracciano le colonne delle città,
d’incenso è la memoria che giace nella foglia
e raccoglie dalla terra la brina che esita a morire.
Provai nel volo di accendermi di sogni.
Ora, l’odore di menta ricopre il tuo viso,
ora, i cani danzanti approdano al giaciglio,
ora, fiori sopiti incalzano antiche transumanze.
Accarezzai la musica dei tuoi occhi grandi.
Di nuovo oscilla e gioca l’aria di aprile,
penetra tra la siepe una luce di fuoco ed esplode,
Al di là del respiro la vita è anche polvere,
una cadenza di ore che scortica il silenzio.
Mi parlasti dei tuoi inverni di occidente.
Passeggeri sotto l’arcata dei cicli si sfiorano
sopra la ruggine di paesaggi ormai deserti
e l’attesa è sospesa tra i fari che si smorzano.
Ebbi timore d’incoraggiare ogni pensiero,
Ima i miei giorni rinvigorii dentro i tuoi domani.
Dai gradini del tempo pendono oscure insonnie,
frusciano nella mente mai sopite sofferenze,
raccolte in barricate di acerbe nostalgie,
il falco passa attento tra gioventù e vecchiaia.
Ripresi le tue mani là dove era morta la preghiera.
E fui bambino.




Federica Minozzi


Opera 2^ classificata


Identità negate


Ogni dì brancoliamo
nel rutilante turbinio
di rumori esasperati,
analgesico cloroformio mentale.
Vischiosa gelatina,
l’abitudine risucchia –
nelle sue spire immobili –
idee senza ritorno.
Non siamo che
insensati ossimori –
in fluttuazione superficiale –
d’identità negate.




Danila Olivieri


Opera 3^ classificata


Cinque Terre

(a Eugenio Montale)


Erano passi sospesi nel prisma
dell’ebbrezza e del canto,
tortuosi sentieri tagliati
su falesie lastricate dal mare
e stenti lentischi franati
sui sassi di sperse calanche-
cordate di case ai greppi aggrappate
come la tua agave e sgranati
rosari di paesi arrampicati
in un arcobaleno di colori.
Era dirupata vertigine
di ondivaghe terrazze
di vigne rubate alle rupi
e precipiti ad abbracciare
il palpitare di scaglie di mare.
Erano poggi esigui
contorti d’ulivi, orti ebbri d’aromi
di limoni e barche in piazzole
arrese a tregue di respiri-
bianchi silenzi di santuari
a sentinella di colline
e di chiese ancorate al mare,
spazi d’anima e luce
dai clivi vendemmiati
del Mesco e aperti all’infinito.
Poi a Manarola il presepe trafitto
di fede e scintille di sole
sul ferro della croce…
E dove in velato viola tepore
consumava il crepuscolo,
carezza era la sera.




Luigi Di Legge


Opera 4^ classificata


Manager


Cammino lucido
impettito
sempre collegato
sempre disperato.
Prigioniero di risacca
come un pallido Lucignolo
con il target da centrare.
Ti chiedo perdono mio Signore
Ti prego.
Giudicami per quello che non sono.




Mariateresa Biasion Martinelli


Opera 5^ classificata


Sete d’infinito


Quassù, dove le vette sfiorano il cielo
e si respira sete d’infinito,
ti ritrovo ancora, padre,
come se i tuoi giorni
non si fossero mai conclusi
e la tua voce risuonasse
fra le spire del vento
e il mormorio del torrente.
Oggi, per un istante, ho pensato
che la clessidra del tempo si fosse capovolta
e potesse rinascere il tuo domani.
Quando fra le nubi foriere di tempesta
e lo scrosciare della pioggia,
immobile sulla porta di casa,
ti immergevi nella furia degli elementi,
nel tuo cuore scendeva la pace,
In quel furore si scioglievano
grumi di rabbia e nodi di sofferenza
e l’arcobaleno tornava a risplendere
nell’anima ferita.
Ora che il tramonto avvolge la sera,
sembrano risuonare i tuoi passi stanchi
sulle pietre consunte dallo scorrere dei secoli,
dove ormai si è esaurito il tuo cammino.
Poi il vento si placa.
Soltanto il ricordo assopisce il dolore,
salvando la mente dall’oblio.
E respiro ancora quella sete d’infinito.




Elisa Bassi


Opera 6^ classificata


Estate


Il fremito monotono
delle cicale,
come tratto ombrato
di pennello,
pervade il giorno
d’afa e malinconia.
Nell’infinito spazio
il tempo è asciugato
dal fuoco del vento.
Foglie ingiallite
si spengono
nel caldo respiro dell’estate.
Le ombre al tramonto
confondono lo sguardo
e la solitudine affiora
nel sonno della notte.




Gabriella Salerno


Opera 7^ classificata


Se fossi un poeta


Se fossi un poeta
per ricordarti –
scriverei
poesie d’amore.


Su parole
preziose
profonde
– punte di raso o diamante –
danzerei.


Immagini
strapperei
a sogni lungamente sognati.


All’alba
luce
chiederei
per rischiarare
il tuo volto.


Ma non lo sono.


Così sciolgo
queste poche parole
come il marinaio le vele. E gli ormeggi.




Maria Chiara Quartu


Opera 8^ classificata


Oltre i confini


Al di là della sera che si perde
fra le ombre dell’oscurità che cresce,
la notte allunga il passo e si disvela.
Cosa ci sarà mai oltre il confine
dove si alternano la luna e il sole
nelle soste celate ad occhi alieni?
La scienza ci regala le risposte
ma lo sguardo non filtra

l’orizzonte.

Il pensier che non sosta sempre
freme e vaga fra spazi sconfinati
alla ricerca di inconsuete aurore.
Ma cosa ci sarà dove la scienza
non filtra l’orizzonte?
Saprà il tempo sondare quei misteri
che fluttuano lontani oltre i confini?
forse il Creato di infiniti mondi
degli umani dileggia le illusioni.




Elisa Pasquarelli


Opera 9^ classificata


La morte annichilente


Se le parole che vorrei
fossero – ma non sono, non adesso –
tracimanti flutti da fori
sul pensiero,
io descriverei questi silenzi
come attese gentili,
guardiani devoti di un intimo
segreto e li riprodurrei
con fedeltà in simboli
decifrabili concatenati
in frasi di senso compiuto.


Ma non sono, per adesso,
altro che deboli anagrammi
del loro stesso mutismo.
La grammatica contorta
dell’indicibile ne svelle
gli esiti non più possibili
rilasciando il succo
di un voler dire che rimane
a mezz’aria come uno sbuffo
di fiato. E tutto resta in attesa
di essere detto o scritto
e, di nuovo, vociato.




Edoardo Comiotto


Opera 10^ classificata


Vendemmio parole


Vendemmio parole in questo incipiente autunno
tagliando i giorni dai tralci della vita
– con le forbici delle emozioni –
ammucchiandoli, mescolandoli alla rinfusa
nel tino del sentimento
e pigiandoli con i piedi nell’incedere delle stagioni,
m’immergo nell’ebbrezza del mosto vermiglio
assaporando l’acidula dolce presenza dei ricordi.


Nella solitudine della notte,
mentre piovono pulviscoli di stelle,
sobbalza, rimbalza una fitta nel cuore
che s’è usurato come un cardine
aprendo troppe volte la porta
a gonne stropicciate, sconosciute
che gli hanno dato solo l’ombra dell’amore.


Stanco d’issare vele per mari sconosciuti
intravede ora solo l’ombra d’ Itaca lontana
– sogno di giovinezza perduta –
e s’arrende al canto suadente delle sirene
e sovviene il pensiero dell’ineluttabilità,
dura come pietra, l’inevitabilità della fine
che aspetta come un cane fedele,
fuori dalla tua porta, sopra l’ironico stuoino
dalla scritta di benvenuto.



L'Albo d'Oro:
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2017 XXII Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2016 XXI Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2015 XX Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2014 XIX Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2013 XVIII Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2012 XVII Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2011 XVI Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2010 XV Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2009 XIV Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2008 XIII Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2007 XII Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2006 XI Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2005 X Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2004 IX Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2003 VIII Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2002 VII Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2001 VI Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 2000 V Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 1999 IV Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 1998 III Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 1997 II Edizione
Premio Letterario Internazionale Città di Melegnano 1996 I Edizione
 
 
I concorsi del Club . I bandi . I risultati . Per inserire un bando . Home . Archivio . Twitter . Privacy
© Copyright 1992-2017 Associazione Culturale Il Club degli autori - Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153