Il Club degli Autori - Concorsi Letterari - Montedit - Consigli Editoriali - Il Club dei Poeti
Pagine viste dal 1-5-2008: _____
I concorsi del
Club degli autori
I risultati dei
Concorsi del Club
Le Antologie dei
Concorsi del Club
Tutti i bandi per
data di scadenza
Tutti i risultati
Informazioni e
notizie utili
il Club
degli autori
il Club
dei Poeti
Consigli
editoriali
Editrice
Montedit
Club
news
 
 
 

Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2013
XXI Edizione

Ultimo aggiornamento: 11 Aprile 2014
Clicca qui per il bando completo del concorso
Andamento del concorso:

  • Resa nota la classifica finale in data 21-10-2013.
  • Agli Autori premiati è stata inviata comunicazione a mezzo lettera. Tutti i partecipanti riceveranno una copia cartacea della Rivista Il Club degli autori con i risultati finali del premio ed i testi vincitori.

Risultati

La Giuria della ventunesima edizione del Premio Letterario Marguerite Yourcenar 2013 indetto da Il Club degli autori, presieduta per la sezione Poesia da Maria Organtini, e per la sezione Narrativa da Massimo Barile, dopo attenta valutazione delle opere pervenute, come da bando ha designato le dodici opere finaliste di ciascuna sezione e i rispettivi autori sono diventati automaticamente i designatori dei vincitori. Ciascun finalista (contraddistinto da una lettera dell’alfabeto) ha ricevuto una copia delle opere degli altri undici finalisti e, dopo averle lette, ha espresso il suo giudizio sulle opere degli altri concorrenti elencandole in ordine di merito, escludendo se stesso dalla classifica.

Ecco la classifica finale:

Sezione Poesia:

  • 4° class. Finalista «I» con «Musica» Lia Serafini, Vicenza.
  • 5° class. Finalista «M» con «L’ombra» Francesco Testa, Firenze.
  • 8° class. Finalista «N» con «Tre urli» Stefano Tonelli, Milano
  • 10° class. Finalista «D» con «Come bimbi» Luisa Foddai, Guspini (VS).

Dal 4° class. al 12° classificati vincono: Attestato di merito – Pubblicazione della poesia sulla Rivista Il Club degli autori sull’Antologia del Premio Sezione Poesia con assegnazione di 2 copie gratuite a ciascun Autore e su Internet club.it


Classifica Sezione Narrativa:

  • 1° class. Finalista «M» con [“«Il latino nel destino» Giovanni Tranfo, Roma. Vince: Targa Marguerite Yourcenar – Pubblicazione di un libro di 32 pagine edito dalla Casa Editrice Montedit con assegnazione gratuita di 100 copie all’Autore – Pubblicazione del racconto sulla rivista Il Club degli autori – Pubblicazione dell’opera premiata sul sito Internet del Club degli autori – Attestato.
  • 2° class. Finalista «E» con «Piano» Giovanna Flamini, Roma.
  • 3° class. Finalista «B» con «La Rusalka sulla panchina» Valentino Cianchi, Prato.
  • 4° class. Finalista «H» con «Voci nel vento» Fabio Pasian, Trieste.
  • 5° class. Finalista «I narrativa con «La Sulamita» Angelo Tecchi, Pesaro (Pu)
  • 6° class. Finalista «L» con «Lo smoking davanti alla torre d’Ercole» Giovanni Tonellato, Cazzago di Pianiga (Ve)
  • 7° class. Finalista «G» con «Perdersi» Stefania Maggiulli Colazzo, Vieste Sul Gargano (Fg)
  • 8° class. Finalista «D» con «Tania Toffer e il mistero di Fontegioiosa» Stefania Fiorin, Vedano Olona (Va).
  • 9° class. Finalista «A« con «Cadillac Hotel» Nicola Barili, Viadana -(Mn).
  • 10° class. Finalista «C» con «Un segreto in fondo al cuore Isabella Coluzzi, Roma.
  • 11° class. Finalista «N» con «Quaere Verum – Circa la verità» Ileana Tudor, Sesto San Giovanni (Mi).
  • 12° class. Finalista «F» con «Fiori di Loto al Levar del sole» Stefano Luchetta, Rose (Cs).


Dal 2° class. al 12° classificati vincono: Attestato – Pubblicazione del racconto in Volume Antologico dei racconti vincitori della sezione Narrativa edito dalla Casa Editrice Montedit, con assegnazione di 5 copie gratuite a ciascun Autore – Pubblicazione dell’opera premiata sul sito Internet del Club degli autori


La premiazione si è tenuta sabato 25 gennaio 2014 alle ore 15:00 presso l’Auditorium «Recagni» della Scuola Sociale Accademia delle Arti in via Marconi 21 a Melegnano con il patrocinio della Città di Melegnano Assessorato alla Cultura. Direzione artistica a cura di Fabrizio Ferrari. Online le fotografie: Prima parte slide showPrima parte scaricabileSeconda parte slide showSeconda parte scaricabile


Opere vincitrici



Salvatore Musso


Opera 1^ classificata


Agonia di un elefante


Mi brucia il cuore
e gridano i polsi
erosi già dalle catene ardenti
dei miei limiti.


Sfere di piombo alle caviglie
feriscono sospiri alati e soffoco.


Barrendo disperato muoio
in una stretta trappola per topi.


Illuso a credermi capace di volare
solo donando al cielo sordo
la trasparenza acquosa e pura
delle mie troppe lacrime.




Aldo Tei


Opera 2^ classificata


Le carte di Dio


Gettare un occhio
nelle carte di Dio
per non passare la mano,
ma la vita morde e noi,
cani senza collare,
scodinzoliamo
tra le macerie di un tramonto,
che sempre infiamma le vene
di questo mare improvviso
di braccia alzate al cielo.




Maurizio Cafaggi


Opera 3^ classificata


Celebrazione del pane


Pietra, cavata alla montagna
Preannuncia la molitura
Mani, segnate dal tempo, sapienti
Con fresca acqua sorgiva s’adoperano.


Volute di fumo, leggere
Il soffitto raccoglie in caligine
Aspetta paziente il forno
I gonfi pani, candidi seni.


Fuori, sull’acciottolato e nei campi
Con l’odore del legno arso
La fragranza del pane, si spande
Saluta il passante, annuncia la casa.




Lia Serafini


Opera 4^ classificata


Musica


Come aquila nella notte
la musica ha piume
di ruggine e terra
mente tersa di cielo.
Non ha amorevoli mani
per prenderti con sé
quando spiega incurante
le grandi ali,


ma se scatta impetuosa
nel silenzio del vento
prega di essere tu
l’aria che respira.




Francesco Testa


Opera 5^ classificata


L’ombra


Ovunque al mio fianco compari
e ti pieghi ad ogni muro,
indecisi pensieri di chi,
tuo padrone, ti genera
ai primi capricci del sole
e testarda lo segui fino a sera,
avvilita e sorda come la mia anima.
Seppur da me potessi tu esser libera
credo che non emetteresti suono
poiché stanca dei miei capricci mi lasceresti solo
e poi come rattoppata vela volgeresti
il tuo etereo destino senza più nessun laccio umano,
disperdendoti felice nel fresco
buio della sera come angelo
che non ho mai corrotto.




Enrico Bonfiglio


Opera 6^ classificata


La solitudine del pescatore


Si apparta in qualche ansa del fiume
prima che il giorno apra gli occhi.
Anche la nebbia fatica a dissolversi
stanca per la notte insonne.
Il primo sbadiglio gli viene regalato da un refolo di vento
che gli taglia la barba incolta.
Inspira a pieni polmoni odore di bosco e umidità
che scendono fino al cuore riscaldandolo.
Brilla la lenza, riflettendo i primi raggi del sole
alzando al cielo, come una danza, gocce di brina.
Vuole il silenzio, la solitudine,
gettare i suoi tormenti sul fondo del fiume e aspettare ore… con pazienza
finché la sua esca scompare dalla sua vista e con essa i suoi dubbi e le sue paure.
Rientrando guarderà la cesta vuota di pesci
ma anche di fatiche che al mattino pesavano dentro di sé.




Liliana Murru


Opera 7^ classificata


The Wings of Hope
(Le Ali della Speranza)


Tu
che libero vai
col capo chino
al volgere del giorno
nel silenzio che il corpo avvolge
e l’animo tormenta.
Fermati,
oltre la solitaria riva,
e ascolta…
Ti sembrerà che arrivi
insieme alla marea
come un lamento greve
di anime spente.
E insieme al vento
e al lor vagar di spiriti
l’odore acre della morte.


* Sculture sulla spiaggia di Omaha, Normandia




Stefano Tonelli


Opera 8^ classificata


Tre urli


Aspettare un bene o temere un male
che potrebbero mai rivelarsi
in una dubbia epifania
col destino che gioca
sopra una scacchiera
cieca o smemorata
all’alba di un muto sentiero:
se va bene, il passo è dolce utopia
se va male è nera follia.


§§§


Doversi dire che tutto va bene
o che comunque potrebbe andare
peggio, o che altri volgono al pessimo
stilla fiele sul cuore mai troppo muto
e sparge sale sulle ferite mai troppo infette
in un’arsura di abitudini testarde e ottuse,
che non riesce a ridurre il cuore alla sua natura:
un muscolo cavo che sospinge
il sangue al sale delle ferite.


§§§


Un urlo afono e sgomento
e lacrime asciutte
sfigurano un volto di pietra,
stele per un’esistenza troppo attesa
e troppo sospetta per essere vissuta,
mentre mani senza tempo
scrivono un epitaffio
con parole che rifiutano
di farsi umane.




Flavio Scaloni


Opera 9^ classificata


Sempre sulle punte
–sulle punte–
solida nell’arabesque
come il carillon della madre.
Poi volteggi disinvolta
–sempre sulle punte–
come un’ape pronuba
tra i fiori del melo.
Non ricorda la pianta
del piede sulle punte
–sempre sulle punte–
la consistenza della sabbia
sulla riva del palcoscenico.



Dalla botola
dell’infanzia
salgo di nascosto
nella soffitta dei ricordi.


Cerco un punto luce
da travi e pianelle
non filtra lo spiraglio.


Accendo una bugia
e scartabello tra le foto
del mio domani.




Luisa Foddai


Opera 10^ classificata


Come bimbi


Giocosa dicevi, sarà la tua vita
o bimba mia!
E il gioco mi prese per mano, le ali foderò
di farfalla, il bruco per sempre mutando!
Volo io ora sopra ogni cosa, una spanna
più in là di ogni tormento o lamento,
che come solchi di sangue e di sale,
incisi nel viso del tempo, inchiodare
vorrebber quell’ali graziate da rughe.
Lieve sentir riscattato dal volo pesante del tuo.
Fiero guerriero armato da soli giovani
sogni e arditi cammini su impervi sentieri!
Vascello in mezzo all’oceano rabbioso
di venti e tempeste che strappato
anzitempo ha le tue libere tele.
Ma io navigo ora in quei mari acquietati
con DUE bianche vele!
E si confondono i giochi quaggiù, spiegati
da quelle ali sempre librate in un cielo
senza padroni con quelli dolenti di una
terra spinosa abitata da schiavi.
Dispettosi i miei giochi, come il dolce dei
bimbi che fine non mettono, coi piedi
a terra puntati alle loro ore.
Giocosa dicevi, sarà la tua vita
o bimba mia!
Così, come profeta della brevità della
tua, fugace come la luce di una stella
nata in uno spicchio di terra con le
ore contate, è stata la tua
o padre mio!




Gabriele Fumagalli


Opera 11^ classificata


Devi essere Tu


Devi essere tu,
Inghilterra,
con i tuoi prati verdi
e i tuoi fiori pallidi,
soffice primavera che
dischiude gli occhi all’ombra
umida degli alberi
che ancora gridano
“Inverno”!
Devi essere ancora tu,
con i tuoi tiepidi focolari
e le case disperse nelle
brughiere nebbiose;
tu, con le tue abbazie
senza tetti, le colonne levate
verso quei cieli che dicevan
di Dio, e i verdi prati
al posto del freddo marmo;
con i tuoi castelli in
rovina, memorie di un passato
di roccia e acciaio, e le tue
reminescenze di un Impero che
ti osserva, fantasma di un
passato recente.
Deve essere tuo, questo cielo,
dove nuvole senza peso, appese
come marionette, sono mosse
alla musica del vento da una
Divinità senza consistenza.
E mentre la tua pioggia
inzuppa le ombre del giorno,
una dolce malinconia cala sul
mio cuore
in attesa di stelle straniere
a cui porre domande
consuete.




Silvia Cipollina


Opera 12^ classificata


Il Papa “annunciato” da un gabbiano


Sotto la grande pioggia
non più fumate nere!
Gente del mondo,
sotto l’ombrello
spera in un Papa
per noi “fratello”!
C’è chi da lontano
ascolta e guarda la Tv,
ma a un bel momento
alziamo tutti lo sguardo
in sù!
Inaspettato l’arrivo di un gabbiano!
L’uccello si posa sul comignolo e sotto lì, il conclave.
Forse quel gabbiano che è certo
pur un pescatore,
preannuncia al mondo intero
l’umiltà e l’amore del “Signore”.
…Poi la fumata bianca
annuncia l’elezione:
Papa Francesco è il suo nome!



L'Albo d'Oro:
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2017 XXV Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2016 XXIV Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2015 XXIII Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2014 XXII Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2013 XXI Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2012 XX Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2011 XIX Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2010 XVIII Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2009 XVII edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2008 XVI edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2007 XV edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2006 XIV Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2005 XIII Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2004 XII Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2003 XI Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2002 X Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2001 IX Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2000 VIII Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 1999 VII Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 1998 VI Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 1997 V Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 1996 IV Edizione
 
 
I concorsi del Club . I bandi . I risultati . Per inserire un bando . Home . Archivio . Twitter . Privacy
© Copyright 1992-2017 Associazione Culturale Il Club degli autori - Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153