Il Club degli Autori - Concorsi Letterari - Montedit - Consigli Editoriali - Il Club dei Poeti
Pagine viste dal 1-5-2008: _____
I concorsi del
Club degli autori
I risultati dei
Concorsi del Club
Le Antologie dei
Concorsi del Club
Tutti i bandi per
data di scadenza
Tutti i risultati
Informazioni e
notizie utili
il Club
degli autori
il Club
dei Poeti
Consigli
editoriali
Editrice
Montedit
Club
news
 
 
 

Concorso Internazionale di poesia Olympia Città di Montegrotto Terme 2003
III Edizione

Ultimo aggiornamento: 28 Febbraio 2003
Clicca qui per il bando completo del concorso
Andamento del concorso:

Antologia – Clicca qui per vedere l’antologia

Premiazione – Si è tenuta all’Hotel Terme Olympia di Montegrotto Terme sabato 6 settembre 2003 alle ore 18 in occasione del Meeting dei poeti europei di cui è stato reso noto tempestivamente il programma. Sono state ammesse deleghe. Chi non è potuto intervenire o delegare ha ricevuto per posta il premio dietro rimborso delle spese postali. Lo stesso giorno si è svolto, sempre nei locali dell’Hotel Terme Olympia, una delle tappe finali del concorso Il Giro d’Italia delle Poesie in Cornice.
Tutti i partecipanti hanno ricevuto una copia della rivista Il Club degli autori con i risultati del concorso.

Risultati

La giuria della terza edizione del Concorso Internazionale di poesia Olympia Città di Montegrotto Terme Sezione Speciale 2003 Poesia Donna, organizzato dal Cenacolo dei Poeti Euganei e dall’Hotel Terme Olympia con la collaborazione tecnica de Il Club degli autori, composta da Paolo Carniello (presidente), Enzo Moretto, Lucia Palmarini (giornalista), Leonardo Ruzzante, Sandro Bianda (giorn.), Gianfranco Marcadella, dopo attenta valutazione dei testi pervenuti ha stabilito la seguente classifica finale:


  • 1° class: Michele Succio di Acqui Terme (AL) con “Crescere”. Vince Coppa Hotel Terme Olympia – Euro 520,00 offerte dall’Hotel Terme Olympia di Montegrotto Terme – Pubblicazione di un libro di 32 pagine di cui gli verranno assegnate 50 copie – Attestato di merito – Pubblicazione della poesia vincitrice sulla rivista Il Club degli autori e sul sito Internet Club.it Inoltre il premiato e un accompagnatore saranno ospiti gratuiti dell’Hotel Terme Olympia per un pernottamento e un pasto (pranzo o cena del sabato).


  • 2° class: Rosanna Spina di Venturina (LI) con “Sentirsi soli”. Vince Coppa Hotel Terme Olympia – Pubblicazione di un libro di 32 pagine cucito con punto metallico di cui gli verranno assegnate 50 copie – Attestato di merito – Pubblicazione della poesia vincitrice sulla rivista Il Club degli autori e sul sito Internet Club.it Inoltre la premiata e un accompagnatore saranno ospiti gratuiti dell’Hotel Terme Olympia per un pernottamento e un pasto (pranzo o cena del sabato).


  • 3° class: Giuliana Gilli di Roncegno (TN) “Abbaglio di betulla”. Vince Coppa Hotel Terme Olympia – Pubblicazione di un quaderno di 32 pagine di cui gli verranno assegnate 50 copie – Attestato di merito – Pubblicazione della poesia vincitrice sulla rivista Il Club degli autori e sul sito Internet Club.it


  • 4° class: Donatella Gambera di Romano di Lombardia (BG) con “Canto d’amore”
  • 5° class: Diego Laurenti di Pavia con “Attesa”
  • 6° class: Gianluca Puzzo di Roma con “Greta”
  • 7° class: Alessandro Regazzoni di Lissone (MI) con “Virginia Clemm: la sposa bambina”
  • 8° class: Ida Scioscioli di Brindisi con “Volevo sopravviverti”
  • 9° class: Guendalina Armenti di Brindisi con “Come Tempesta”
  • 10° class: Marilena Rimpatriato di Torino con “Onde di tempo”


Dal 4° al 10° classificato vincono Attestato di merito – Pubblicazione della poesia vincitrice sulla rivista Il Club degli autori e sul sito Internet Club.it


Sezione Speciale Poesia Donna


  • 1° class. Paola Maria Beltrame di Thiene (VI) con “Amore e danno”. Vince Coppa Hotel Terme Olympia – Attestato di merito – Pubblicazione della lirica sulla rivista Il Club degli autori e sul sito Internet Club.it Inoltre la premiata e un accompagnatore saranno ospiti gratuiti dell’Hotel Terme Olympia per un pernottamento e un pasto (pranzo o cena del sabato).


  • 2° class: Concetta Di Nardo di Modica (RG) con “8 Marzo”. Vince Coppa Hotel Terme Olympia – Attestato di merito – Pubblicazione della lirica sulla rivista Il Club degli autori e sul sito Internet Club.it


Segnalazione della giuria con attestato di merito:


  • Enza Calcagno di Arenzano (GE) con La vita;
  • Enrico Calenda di Venezia Lido con Spruzzi di mare;
  • Carolina Marini di Caselle Selvazzano Dentro (PD) con Campo dei morti
  • Antonella Cigliana di Roma con Due donne
  • Eliana Olivotto di Belluno con Partire


PREMIAZIONE – Si è svolta all’Hotel Terme Olympia di Montegrotto Terme sabato 6 settembre 2003 alle ore 18 in occasione del Meeting dei poeti europei di cui è stato reso noto tempestivamente il programma. Sono state ammesse deleghe. Chi non è potuto intervenire o delegare ha ricevuto per posta il premio dietro rimborso delle spese postali. Lo stesso giorno si è svolto, sempre nei locali dell’Hotel Terme Olympia, una delle tappe finali del concorso Il Giro d’Italia delle Poesie in cornice.
Tutti i partecipanti riceveranno una copia della rivista Il Club degli autori con i risultati del concorso.

Opere vincitrici

Michele Succio

opera 1° classificata

Crescere

Nel vento riposa
quel che resta del cuore,
un sogno diventato nebbia
che la pioggia dissolve.
Attraverso il mio tempo
come un treno impazzito
fra le pianure e le torri
lacrime senza un castello.
Questa luce ferisce le nuvole
per riscaldare una terra lontana
dove un aratro traccia sull’anima
le ombre distese
del suo passaggio.


Rosanna Spina

opera 2° classificata

Sentirsi soli

È naturale scrivere
un diario,
meno bruciarlo
in un solo minuto,
come bruciando
tutta una vita,
ma è forse il solo tributo
che si possa pagare al dolore.


Giuliana Gilli

opera 3° classificata

Abbaglio di betulla

Quando un raggio di buio
sfuggito ad un sole che splende indifferente
brucerà l’urlo di una stagione vuota,
vorrei ascoltare la cantilena del vento
che mi riporta i tuoi passi senza suono
per scoprire,
nel lieve sogno di un’orma scolpita nel tempo,
la tua presenza infinita.
E poi chiedere semplicemente al sole
d’illuminare quella sottile breccia in fondo al cuore,
per cogliere
nel tuo sguardo sconfinato un tenue disincanto.
E sarà un tremulo abbaglio di betulla…


Donatella Gambera

opera 4° classificata

Canto d’amore

Rimbalzano effimere le danze d’autunno;
sento voci riecheggiare tra le foglie,
la memoria riaffiora tra i polverosi ricordi,
la mancanza di suoni mi sveglia.
I tuoi passi cigolano
nell’armatura di mille battaglie,
il tuo respiro rimbomba nella mia mente;
il silenzio avvolge i miei pensieri
e il soffice scintillio d’acqua piovana
scivola come spilli sul mio petto.
Dondolando ti avvicini,
morbido mi accarezzi il volto:
io ti guardo ma non ti vedo,
ti sfioro ma non ti tocco,
mi parli ma non odo parole.
Tra i primi colori del giorno,
trionfante sul tuo destriero, prendi congedo.
Di te, caro nonno, rimane
l’immagine di un’antica leggenda,
di dame e zelanti cavalieri,
un infinito canto d’amore.


Diego Laurenti

opera 5° classificata

Attesa

E c‘è la luna
complice stasera

mentre fuggo
la mia vita
solitaria…

Mi preme
il buio
e m‘è fraterna
l’aria.

Nel cielo
già s’accendono
le stelle

e maliziose e belle
m’intrigano

guidandomi
da te.


Gianluca Puzzo

opera 6° classificata

Greta

Mai dimenticai
la mano invisibile
che levasti in saluto,
alta e irraggiungibile,
tra braccia materne
ancora salva
da ogni ostacolo
d’esistenza.
Con un gesto
mi chiamasti
a tornare bambino,
per spiegarti
coi nostri codici
la vita che c‘è
da imparare
a vivere.


Alessandro Regazzoni

opera 7° classificata

Virginia Clemm: la sposa bambina

Quando il sole tramonta
e accende l’ovale del tuo volto
il mio petto esplode
al ritmico ed eterno
tambureggiare del cuore.
Le note del pianoforte
si alzano

elegia d’amore e morte

come il fumo dai comignoli

d’inverno per te.

Chino sui tuoi fogli
riversi l’impetuosa
onda della tua arte
l’incubo e l’ignoto.
E la tristezza mia
e l’oppio che inganna
nella luce del tramonto.
Sono la sposa bambina
che cerca sollievo
per il tuo male d’esistere.
Non vedo appigli
per frenare la discesa
nel tuo inferno

né parole né profumi
né carezze.

La tristezza mia
è il fuoco che t’avvampa
mentre gli occhi tuoi
raccontano d’amore e di niente.
Ti amo
maledetto splendido
cantore della notte.
… E nulla più.


Ida Scioscioli

opera 8° classificata

Volevo sopravviverti
per chiudere i tuoi occhi con i miei baci
e regalarti il vestito più bello.
Poiché ho atteso invano
il ritorno della tua intelligenza
volevo sopravviverti
per raccontare
la tua disperazione.
Ora ti guardo
distesa

placata del desiderio
di vincere la vita.
Bella fanciulla dagli occhi di giada
la tua vita è finita.
Inaridita alla fonte
non ha dato i frutti
che il seme aveva in sé.
Non voglio ricordarti
in case senza luce.
Voglio pensarti timida
dolcissima come sei stata.
Voglio pensarti libera
non schiava
anche se schiava poi
sei diventata
perché questo
è il destino di una donna.


Guendalina Armenti

opera 9° classificata

Come Tempesta (alla madre)

Come tempesta
in un cambio di lune,

improvvisa

sei tu, dilaniante conferma
di atavici geni.

Ed io,
mutazione a distanza
mi spaccio il cuore
sotto marci venti,
parole tonanti,

acqua stagna.

Vedere te,
infranta bellezza.

Come tempesta,

mio bene,

vorrei dirti parole
di tenero vento
ed acqua sorgiva
a lenire la sete
che il tuo ventre svuotato
reclama confusa.

Ma la voce si rompe
sotto pietre
di luna distanti…

Come tempesta
raccolgo detriti
e ti sfango
mio bene,
per mostrarti alla luna
smeraldo sfinito,
su dita deformi.


Marilena Rimpatriato

opera 10° classificata

Onde di tempo

Torrente, teatro d’infanzia,
le tue onde scivolano in una fluida danza
rastrellate dalle dita gemmate dei rami
che rasentano la tua acqua.

Un vento carico d’aromi
serpeggia tra i sentieri scoscesi
sussurrando antiche romanze
mille e mille volte recitate me che incantano ancora.

Corse pazze nel prato
ruzzoloni sulla nuda terra
ed il ciliegio era già in festa
nella veste bianca della primavera.

Arrivavo per prima al muretto concordato nel gioco,
coglievo il fiore più bello
per terminare la fantasiosa corolla
d’appendere al cancello del nostro giardino segreto.

Non so quante serenate di grilli
hanno catturato le mie mani,
né quante ali di farfalla hanno imprigionato le mie dita,
ricordo solo il muto coniugarsi dei sogni,
con la realtà ineffabile del sole.

Infanzia, icona di rimpianti,
profumo di viole
corridoio dalle mille finestre aperte.
Dove andare?
Arduo è il compimento della vita.


Sezione Speciale Poesia Donna

Paola Maria Beltrame

opera 1° classificata

Amore e danno

Quando mi sfuggi dalle dita ed io non me ne accorgo
se non fosse che cercandoti non ti trovo

quando guardi chissà dove (comunque oltre me)
ed io non so come riportarti indietro

quando mi rubi al tempo, al sonno, alla vita (la mia!)
per non lasciarmi dentro agli occhi di nessuno

quando spietato m’insegui e crudele mi stani
così che al mondo non vi è luogo solo mio

quando ti incolli talmente alla mia pelle
che non distinguo più dove inizio io e finisci tu

quando le tue mani incerte ed aspre
si fanno lievi – e non sai quanto – sul mio viso

quando i segni sul tuo corpo raccontano ciò che hai veduto
ma molto più ciò che hai perduto

quando nei tuoi abbracci violenti e disperati
sento puro ed assoluto il tuo bisogno di tutto

quando uno solo dei tuoi occhi, quello del cuore,
diviene un lago di sale – mai oseresti chiamarlo pianto! –
... quando tutto questo accade
e tu neghi convinto, ma mai abbastanza,
io non posso che sorridere tra i tuoi capelli
assaporando la dolce tregua del tuo dormire sul mio seno,
quando più nulla puoi fare per impedirmi di amarti.


Sezione Speciale Poesia Donna

Concetta Di Nardo

opera 2° classificata

8 Marzo

Riposa madre, sorella,
complice e compagna
che ormai prossima è l’alba
e il viaggio ci attende…

Vegliando, ho veduto
Sul corpo dormiente
Stelle a grappoli posarsi
E l’universo l’orecchio tendere
Al respiro tuo,
al fremito gentile della palpebra.

Riposa, donna,
che con me fuggi da prigioni… e catene alla mente intrecciate
per terre e mari andremo
e il vento amico cancellerà di noi ogni traccia.

Nervose, agili membra nella corsa,
il cuore in gola,
il fiato mozzo…
ma al mondo nessuno catturarci potrà!


L'Albo d'Oro:
Concorso Internazionale di poesia Olympia Città di Montegrotto Terme 2017 XVII Edizione
Concorso Internazionale di poesia Olympia Città di Montegrotto Terme 2016 XVI Edizione
Concorso Internazionale di poesia Olympia Città di Montegrotto Terme 2015 XV Edizione
Concorso Internazionale di poesia Olympia Città di Montegrotto Terme 2014 XIV Edizione
Concorso Internazionale di poesia Olympia Città di Montegrotto Terme 2013 XIII edizione
Concorso Internazionale di poesia Olympia Città di Montegrotto Terme 2012 XII Edizione
Concorso Internazionale di poesia Olympia Città di Montegrotto Terme 2011 XI Edizione
Concorso Internazionale di poesia Olympia Città di Montegrotto Terme 2010 X Edizione
Concorso Internazionale di poesia Olympia Città di Montegrotto Terme 2009 IX Edizione
Concorso Internazionale di poesia Olympia Città di Montegrotto Terme 2008 VIII Edizione
Concorso Internazionale di poesia Olympia Città di Montegrotto Terme 2007 VII Edizione
Concorso Internazionale di poesia Olympia Città di Montegrotto Terme 2006 VI Edizione
Concorso Internazionale di poesia Olympia Città di Montegrotto Terme 2005 V edizione
Concorso Internazionale di poesia Olympia Città di Montegrotto Terme 2004 IV Edizione
Concorso Internazionale di poesia Olympia Città di Montegrotto Terme 2003 III Edizione
Concorso Internazionale di poesia Olympia Città di Montegrotto Terme 2002 II Edizione
Concorso Internazionale di poesia Olympia Città di Montegrotto Terme 2001 I Edizione
 
 
I concorsi del Club . I bandi . I risultati . Per inserire un bando . Home . Archivio . Twitter . Privacy
© Copyright 1992-2020 Associazione Culturale Il Club degli autori - Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153