Il Club degli Autori - Concorsi Letterari - Montedit - Consigli Editoriali - Il Club dei Poeti
Pagine viste dal 1-5-2008: _____
I concorsi del
Club degli autori
I risultati dei
Concorsi del Club
Le Antologie dei
Concorsi del Club
Tutti i bandi per
data di scadenza
Tutti i risultati
Informazioni e
notizie utili
il Club
degli autori
il Club
dei Poeti
Consigli
editoriali
Editrice
Montedit
Club
news
 
 
 

Premio di Poesia Poeti dell'Adda 1998
III edizione

Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 1998
Clicca qui per il bando completo del concorso
Andamento del concorso:

Antologia – Clicca qui per vedere l’antologia

Risultati

Classifica del Premio


  • 1° classificato Andrea De Michieli di Padova con Donarsi;
  • 2° classificato Luca Bosco di Gassino Torinese (To) con Il seminatore;
  • 3° classificata Maria Antonietta Bertaccini di Forlimpopoli (Fo) con Animo stanco;
  • 4° classificato Paolo Eugenio Natale di Milano con Ho spezie nella sacca…;
  • 5° classificato Serse Cardellini di Monteciccardo (Ps) con Il viaggio;
  • 6° classificato Simone Cialdi di Grosseto con Me ne vado da solo…;
  • 7° classificato Marco Betti di Bucine (Ar) con Tormento;
  • 8° classificata Alessandra Paganardi di Milano con Aria;
  • 9° classificato Valerio Pinelli di Peccioli (Pi) con Ossessione;
  • 10° classificato Alberto Pignatelli di Firenze con Orrore, assurdo…


Opere vincitrici

1° classificata

Andrea De Michieli

Donarsi


Mi sono spento,
fragile notte senza stelle,
per farmi plasmare
dal sacro velluto della Tua pupilla


Unico ed irripetibile,
generato nel dono eterno
della morte per la resurrezione,
semplicemente sono…


Ramo di giunco
in preda a tirannie di monsoni


Affrettato passero
negli spazi infiniti dei cieli


Onda danzante
nel timore della risacca


Confonditi in me Padre mio,
Carne e Spirito,
affinché io abbia dentro
purissime sembianze
di umana creatura


Possiedimi
Universo in un punto
Infinito


Calice nelle Tue mani
m’offro sorgivo
sangue d’eucaristia
per scorrere, interiore nutrimento,
nella vita assetata di ogni uomo.


2° classificato

Luca Bosco

Il seminatore


Vado; l’orlo increspato di fiumi,
a navigare, finché soltanto odo
ove nasce l’acqua; ove cresce
e muore il brillìo delle fronde.


E semino orme con generosi piedi,
in voluttuosi orti,
anelando al frutto oramai proteso
alla sommità della terra.


Non conosco il sollievo del fiore,
né la nube m’inquieta; si perde
l’occhio in lontananze inconsumate.


Fendo l’onda d’erba con slanci
animali, con gravità d’abbandono,
ove sonno mi coglie, e piano piango…


3° classificata

Maria Antonietta Bertaccini

Animo stanco


Alito nelle vetrine colorate
un fiato caldo che annebbia
la voglia d’amare.
Passa fra le mani
un’aria gelida
che assottiglia le dita.
Ballano anelli d’argento.
Comprerei una stretta di mano
per avere
calore e colore,
per avere forza
d’appendere un giorno diverso
all’albero di Natale;
ma il pungitopo punge il cuore.
Ho infilato guanti neri di pelle
sulla mia pelle,
allungando il passo
tra euphorbie pulcherrime.


4° classificato

Paolo Eugenio Natale


Ho spezie nella sacca
e liturgie a dispensare,
il fuoco degli altari
e il gemito d’ocra
delle notti amaranto.
Carezzo i sussulti di sale
sulle rocce invase
dall’oceano schiumoso.
Frustate di tramontana
addormentano i miei respiri.
Il viso disteso
della baia
si punteggia di luci,
stira le membra
il corpo delle mie gioie.


5° classificato

Serse Cardellini

Il viaggio


Scrullo pensieri
e ceneri di sigaretta
mentre il fischio
del treno
varca la soglia
di una speranza,
immagino che non sono solo,
immagino bene.
Un bimbo si avvicina
e mi tira i pantaloni,
mi volgo a lui
e i suoi occhi
sorridon del mio sguardo,
quelli sì
che son occhi
di un’altra vita.
Ciò che pensavo
non si cancella:
sono ancora io
che nel guardarvi
parlo di me.
Immagino che non sono solo,
immagino bene.
Un bimbo si avvicina
e mi tira i pantaloni,
mi volgo a lui
e i miei occhi
sorridon del suo sguardo,
monterò su quel treno,
questa sì
che è la mia vita.
Immagino che non sarò solo,
immagino bene.


6° classificato

Simone Cialdi


Me ne vado da solo
per le vie deserte
di una città d’estate
e non è vero
perché adesso è notte
e alcune voci da sotto
arrivano fin sopra a questo letto
e la penna ancora
si ricorda del vino
e delle strade di Roma
quando per caso
ogni luce in un angolo
leggeva le nostre parole
e la luna pallida
portata via dal vento
se ne stava altrove
non c‘è più niente
l’alba ha portato tutto via
e la noia con i capelli biondi che sfiorano l’acqua
si appenderà ad un ramo di un albero gigante
e le sue ali aperte
le vedranno da lontano
finché un bacio avvolto in una goccia
non pioverà sul tuo viso
e fresco come un profumo di rosa
si avvolgerà d’incanto il suo corpo
poi qualcosa di me nel tempo
ritornerà da non so dove
ed in silenzio
me ne andrò sotto il cielo
mi vestirò di stelle
e nel ricordo di quell’abisso sconosciuto
forse ritroverò la tua bocca
o forse perso in un attimo di gioia
mi addormenterò per qualche ora.


7° classificato

Marco Betti

Tormento


Alla figlia del Fortunale.


Cadevano stelle a grappoli dal cielo.


Ricordo di notti
passate nel ricordo.
Il treno che partiva,
tu che rimanevi andando,
la porta di vetro spesso
da non vedere oltre,
cristallo fragile
come il treno che andava
chissà dove; chissà quando.
Tu c’eri.
Sparisti d’improvviso
tornasti come fantasma
sottoforma di gatto dagli occhi vitrei.
Giochi?
Solo giochi come fragili foglie
sul finir d’ottobre?
Io c’ero.
Magia della seduzione
o portento della natura.
Che sai? Che so?
Figlia del fortunale, ricorda:
io c’ero.


8° classificata

Alessandra Paganardi

Aria


Notte di niente.
Dopo tanto
un volto.
La vela laggiù al largo
non ancorarla
all’inutile.
Che tutto rimanga
nel cambiamento.
I pensieri
scolpiti nell’aria.
Poesia
nata
senza saperlo.


9° classificato

Valerio Pinelli

Ossessione


Ascolto in silenzio il silenzio,
la terra dei Demoni
affollata di piramidi e spettri,
ombre insostenibili
livide presenze feroci,
senza ritegno
azzannano fameliche,
idee e volontà ridotte a briciole
il Tempo scava l’abisso;
cadere, nel buio
un buco nero
fradicio di angoscia
senza fondo.
Continuo a cadere
attraverso i tuoi occhi,
non voglio fermarmi;
scorrono i ricordi,
riflessi rovesciati
girano in tondo impazziti.
Perché non mi abbandonate?
Siete voi,
orribile dannazione,
l’arma che il Tempo usa
per succhiarmi la vita.
Il Tempo, il Demone velenoso
il più sadico,
ogni attimo che passa
i suoi denti di serpente
si infiggono più a fondo,
e sorride
accarezzandoti con dolcezza.
Tu lo ami,
mentre Lui beve il tuo sangue.


10° classificato

Alberto Pignatelli


Orrore, assurdo
parole lontane
legate al filo dell’irreale, della fantasia,
cadute sul mondo, sgretolandolo.
Aggravano la mente ed il cuore degli uomini,
tessendo le loro vertigini.
È così limpido il carcere
le cui pareti costruite dalle nostre scelte,
versano sangue.
Ecco le sbarre che trafiggono il cuore
pulsante al suono dell’assurdo.
Ciechi nel mezzo della stanza
ci contorciamo
alla ricerca della nostra droga
complici del vorticoso destino dell’essere umano.


Seguire la propria strada
passo dopo passo, crederci.
Ho assaggiato la mia lacrima
e quella di un uomo che sedeva con me,
aveva lo stesso sapore.


Libero,
sarò mai libero?
Che serve chiederselo,
è così bella questa prigione
e comunque è il mio presente.
Orrore ti disprezzo
la paura è tanta
che quando non c‘è lo chiami.
Questa volta no,
rendi la terra,
lasciala!


L'Albo d'Oro:
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2022 XXVII Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2021 XXVI Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2020 XXV Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2019 XXIV Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2018 XXIII Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2017 XXII Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2016 XXI Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2015 XX Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2014 XIX Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2013 XVIII Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2012 XVII Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2011 XVI Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2010 XV Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2009 XIV Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2008 XIII Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2007 XII Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2006 XI Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2005 X Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2004 IX Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2003 VIII Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2002 VII Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2001 VI Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2000 V Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 1999 IV Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 1998 III edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 1997 II Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 1996 I Edizione
 
 
I concorsi del Club . I bandi . I risultati . Per inserire un bando . Home . Archivio . Twitter . Privacy
© Copyright 1992-2020 Associazione Culturale Il Club degli autori - Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153