Il Club degli Autori - Concorsi Letterari - Montedit - Consigli Editoriali - Il Club dei Poeti
Pagine viste dal 1-5-2008: _____
I concorsi del
Club degli autori
I risultati dei
Concorsi del Club
Le Antologie dei
Concorsi del Club
Tutti i bandi per
data di scadenza
Tutti i risultati
Informazioni e
notizie utili
il Club
degli autori
il Club
dei Poeti
Consigli
editoriali
Editrice
Montedit
Club
news
 
 
 

Vittorio Tolasi - Città di Orzinuovi 2000
III Edizione

Ultimo aggiornamento: 31 Dicembre 2000
Clicca qui per il bando completo del concorso
Andamento del concorso:

Antologia – Per vedere l’antologia

Risultati

Sezione Poesia


La commissione della Giuria del Premio di Poesia Vittorio Tolasi – Orzinuovi, presieduta dal professor Tarcisio Muratore, segretario per la sezione poesia Alessio Gatta, e segretaria per la sezione narrativa Mariateresa Ragazzi ha costituito la graduatoria definitiva e la totalità dei membri ha deciso di non assegnare il primo premio della sezione Poesia, dopo attenta riflessione ha attribuito:


2° classificato Adriana Scarpa di Treviso con l’opera Anche il sangue ora tace. Questa la motivazione della Giuria:
“Alcune espressioni felici danno una certa freschezza alla poesia. Efficace l’uso del verbo di connotazione concreta per un concetto astratto che permette all’Autore di “scolpire” immagini.
Coinvolgente lo scavo nella malinconia della solitudine comune a ciascuno e a tutti i viventi.
La sera con la sua cappa di quiete e di calma, non proprio rassicurante, costringe ogni uomo a prendere coscienza della propria solitudine. Ma proprio questa presa di coscienza è per l’Autore il primo cemento di “simpatia” tra gli esseri umani: non è più la mia solitudine ma la nostra”.


3°classificato Liliana Zinetti di Casazza (Bg) con l’opera I fiori e la luna. Questa la motivazione della Giuria:
“L’eleganza e l’armonia del dire, dipingono piacevoli immagini ed aprono scorci di malinconia toccanti. Bello l’effetto quasi pittorico dei versi centrali. Nell’interrogativo finale convince la verità e l’intensità del sentire”.


4° classificato Raffaele Sciacoviello di Vercelli con l’opera Fervida come un’arteria.
5° classificato Roberto Silleresi di Baganzola (Pr) con l’opera Il vento di ieri
6° classificato Daniela Raimondi di Londra con l’opera Quando verrà a cercarti
7° classificato Enea Baldi di Montebello (Roma) con l’opera Guardando la luna
8° classificato Chiara Fratar, Novara con l’opera Sfumatura rossa
9° classificato Giancarlo Dimaggio di Roma con l’opera Saracinesca socchiusa
10° classificato o Tiziana Soressi di Meda (Mi) con l’opera C‘è il vent


Segnalati dalla Giuria con Attestato di merito:
Spuma del mare nacque di Roberta Papa, Campi Elisi di Pier Luigi Scaroni,
Alba di Davide Ferrari.


Sezione Narrativa


1° classificato Claudio Calvi di Varedo (Mi) con l’opera Ignoti
Questa la motivazione della Giuria: “Il tessuto narrativo si snoda su tre piani di lettura, distinti anche graficamente, indipendenti nel contenuto e nella forma. L’unità del testo ha comunque le sue radici nell’interiorità dell’Autore, che, tra il passato e il presente, si muove con eleganza ed abilità narrativa”.


2° classificato Fabrizio Squillace di Catanzaro Lido con l’opera 31
Questa la motivazione della Giuria: “Una notevole fluidità narrativa, illumina la ripetitività del vivere quotidiano di un personaggio, che, pur ridotto ad un numero, conserva dignità e memoria”.


3° classificato Remo Stanzani di Bologna con l’opera Il primo comandamento
Questa la motivazione della Giuria: “L’Autore tratteggia con bonaria ed affettuosa ironia personaggi di un mondo d’altri tempi e sa cogliere con efficacia narrativa la poesia che nasce dall’unione di due personalità, molto diverse tra loro.”


4° classificato Alberto Zaniboni di Cusano Milanino (Mi) con l’opera Errore di prospettiva
5° classificato Elisa Nunziatini Salhi di Domodossola (Vb) con l’opera Radici
6° classificato Filippo Finardi di Bologna con l’opera Qualcosa di definitivo
7° classificato Tiziana Battestini di Mosciano (Te) con l’opera Quel che non muore


La giuria ha ritenuto non andare oltre la settima posizione.


Opere vincitrici

2° classificata
Adriana Scarpa
Anche il sangue ora tace


Ecco, stasera i cani non latrano più/
contro l’arco del cielo
cozzano
i loro silenzi. Fiutano l’aria greve/
con l’umida lingua
leccano l’incertezza delle ombre.
Sale una luna di malinconie
sul ranuncolo bianco del respiro
e torneranno
pure le stoppie bruciate
Con cenere sparsa/ in altre dimensioni.
Tutto è se stesso ancora
e cresce/proprie foglie di saggezza:
stanno le canne ritte sulla riva
e i gattici d’argento. Se una voce
chiamerà improvvisa
sarà quiete di sera perduta.
Acquista ognuno adesso
coscienza di star solo
e la fatica sa
di ogni respiro; impara il vuoto
e tutto il resto è inerte.
Anche il sangue ora tace
e l’ultimo violino disperato.
Si sta facendo &endash; il nodo della sera &endash;
più stretto; più vicino
dentro vi annaspano
dimensioni e confini sconosciuti:
abbandonarsi, ormai,
è l’estrema, ultima coscienza

ed io la chiamo
“nostra solitudine”.


3° classificata
Liliana Zinetti
I fiori e la luna


Non sa più irretire maree
questa luna sorta da selvosi silenzi,
su fiori di spuma radicati sull’onda
sfiocca fruscii opalescenti,
incrina raggi sulle sbarre del buio.
Così piange la luna e china
pallida
la fronte desolata di ricordi
caduti nell’ombra
come il tonfo lucido del pesce
che con sé inabissa
i fiori e la luna.
È linea netta l’orizzonte
senza confusione di nubi,
il volo solo di gabbiani
muraglia d’ali
contro l’infinito.
Da cattedrali di vento
tornano i giorni, schianti d’ombre
che al divenire allungano
opache mani di sonno, stanchezza
di gesti che non san trovare
un giorno che bruci
in un corrusco di fiori.
Ferma alle porte della notte,
tesa al cigolio aspro d’un uscio
lascerò lastricati di noia
per il frantumato moto
d’astri inquieti.

Chiodi
per la mia ombra stanca
sospesa sull’abisso.

Accadrà che rompa un’ala
ai colori vividi dell’aurora?


4° classificato
Raffaele Sciacoviello


Fervida come un’arteria
la tua fierezza di mela matura
pende da un ramo di esile ossatura.
A stento noti l’aurea mia materia.

Così m’invento un rumore
d’ali, una follia da istrione di corte,
ti offrirei fiori da mangiare, e torte,
barche a vela cui rubare il colore.

Ti assomiglia, e non sai quanto, il fragore
dei piedi in un bosco di foglie morte.


Torino, 9 maggio 2000


5° classificato
Roberto Silleresi
Il vento di ieri


Nell’entroterra di foglie di feltro
il vento è un maestro errante
s’intrufola nel serrame opaco,
mitiga il tunnel dei ricordi,
plissetta vestiti di cerea carta
e premuroso asciuga l’inchiostro
di minute parole quotidiane.

Spazza i cortili di case senza riposo,
sensibile al lunario biondo d’autunno,
sibila inquieto sui tetti in lamiera.

Il cielo è una mappa di cerini al neon,
gelido atrio di un cosmo adulto
intinto nell’aria svaporata dell’infanzia.

Visi di porcellana rivivono
il viaggio di una barca senza remi,
il cuore è un fuoco di bivacco,
ravviva alla brezza del passato
asperso d’episodi in poesia,
ha il ritmo di segreti innocenti
un fregio dai contorni evanescenti.


6° classificata
Daniela Raimondi
Quando verrà a cercarmi


Quando verrà a cercarmi,
altera e immobile
tacita ombra
magnifico istante di luce,
raccoglierò l’ultimo mazzo di mammole
e nasconderò gelosa il vostro ritratto sotto la camicia.

Spegnerò le luci di casa
chiuderò piano la porta,
fisserò assorta quell’angolo oscuro in fondo al giardino.
Ma sarà solo un attimo.

Poi lascerò che l’eterna ansia di esistere scivoli lontano.
E lascerò che il tempo e le voci e i ricordi di amori passati
non feriscano anche quell’ultimo pallido cielo.

Silenzioso volo di rondine
sarò acqua che scorre in attesa,
orma leggera nel buio,
eco lontano.

I venti cesseranno all’improvviso di lacerare la dura scogliera
e le mie dita fermeranno per sempre il doloroso oscillare del pendolo.

Fisserò il vuoto a testa alta, senza più paure.


(Londra, 10 febbraio 2000)


7° classificato
Enea Baldi
Guardando la luna


Attraverso un saio lacero
mi appari luna,
a tratti
danze di rugginosa luce:
fiere macule,
rapaci dall’aure dorate,
cani
e latrati.
Già non scorgo il tristo semicerchio.
Dal bosco,
delicata e lenta
si erge
la ragnatela della notte.
Ali inquiete
a tratti sfrangiano
le silenti trame.
Silenti…
Come le gocce
che lente cadono
sui fiori di lavanda.


8° classificata
Chiara Fratar
Sfumata rossa


Acquerello
d’immagini
sfumate nel tramonto
sulle dita
del mare

serbando il calore
di un uomo
sulla riva.

Chiuse l’ala
l’ultimo gabbiano

si adagia
il vecchio faro
in un letto
di sabbia
e corallo.


9° classificato
Giancarlo Dimaggio
Saracinesca socchiusa


Ricordi di fumi e neon
Il gatto rannicchiato nello spiraglio della saracinesca
un bacio, l’eco del maglio
Le tue labbra mi stringono, chiudono un mondo.
Primo abbraccio color polvere di finestra nella Ruhr.
Patina di fumo anti-azzurro,
tanto ci è stato concesso.
Teflon anti-strappo era la mia sicurezza, seconda pelle che tu staccavi come una figurina adesiva
e restavano bagliori blu,
a illuminare il sonno della bestiolina protetta dal metallo.


10° classificata
Tiziana Soressi
C‘è il vento…


C‘è il vento
ma la mia
anima
è attaccata
al tronco
come
una foglia viva.
Il mio
corpo
è partito
al primo
fischio
del treno:
non ho più
ombre per la prossima
fermata.
C‘è vento
ancora vento
ed io resto appesa
alla bava
argentata
di un sogno.


L'Albo d'Oro:
Vittorio Tolasi - Città di Orzinuovi 2002 IV Edizione
Vittorio Tolasi - Città di Orzinuovi 2000 III Edizione
Vittorio Tolasi - Città di Orzinuovi 1999 II Edizione
Vittorio Tolasi - Città di Orzinuovi 1998 I Edizione
 
 
I concorsi del Club . I bandi . I risultati . Per inserire un bando . Home . Archivio . Twitter . Privacy
© Copyright 1992-2020 Associazione Culturale Il Club degli autori - Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153