Il Club degli Autori - Concorsi Letterari - Montedit - Consigli Editoriali - Il Club dei Poeti
Pagine viste dal 1-5-2008: _____
I concorsi del
Club degli autori
I risultati dei
Concorsi del Club
Le Antologie dei
Concorsi del Club
Tutti i bandi per
data di scadenza
Tutti i risultati
Informazioni e
notizie utili
il Club
degli autori
il Club
dei Poeti
Consigli
editoriali
Editrice
Montedit
Club
news
 
 
 

Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2009
XVII edizione

Ultimo aggiornamento: 14 Luglio 2010
Clicca qui per il bando completo del concorso
Andamento del concorso:

PREMIAZIONE – La premiazione si è tenuta sabato 30 gennaio 2010 alle ore 15,30 presso la Sala della Comunità del Teatro San Gaetano in via Olmi, 2 a Melegnano (zona Giardino).

  • Spedito la comunicazione agli autori ammessi in data 08-06-2009.

RISULTATI – Ultimato lo spoglio delle schede e resi noti i risultati finali del Concorso il 20-10-2009.

  • In data 27-08-2009 spedito il materiale ai 12 finalisti di ognuna delle due sezioni. I nominativi resteranno anonimi sino all’espletamento finale del concorso.
  • Il bando prevedeva che venissero selezionati 12 finalisti di entrambe le sezioni i quali avrebbero votato le opere anonime degli altri finalisti determinando così la graduatoria finale del concorso.

Risultati

Risultati della diciassettesima edizione del Premio Letterario Marguerite Yourcenar 2009

La Giuria della diciassettesima edizione del Premio Internazionale di Poesia e Narrativa Marguerite Youcenar 2009 indetto da Il Club degli autori, presieduta per la sezione Poesia da Maria Organtini (Presidente del Cenacolo poeti e artisti di Monza e Brianza), e per la sezione Narrativa da Massimo Barile, dopo attenta valutazione delle opere pervenute ha designato i dodici finalisti di ciascuna sezione che sono diventati automaticamente i designatori dei vincitori. Ciascun finalista (contraddistinto da una lettera dell’alfabeto) ha ricevuto una copia delle opere degli altri undici finalisti e, dopo averle lette, ha espresso il suo giudizio sulle opere degli altri concorrenti elencandole in ordine di merito, escludendo se stesso dalla classifica.


Ecco quindi la classifica finale:

SEZIONE POESIA
 

  • Finalista A – Opera 1^ classificata Giusy di Sergio Baldeschi, Montecerboli (PI). Vince la pubblicazione di un Libro di 32 pagine edito dalla casa editrice Montedit di cui 100 copie vengono assegnate all’autore – Targa di riconoscimento – Attestato di merito – Pubblicazione del testo premiato sulla rivista Il Club degli autori – Pubblicazione su Internet
  • Finalista C – Opera 2^ classificata Frammenti d’ombra di Antonella De Marco, Milano. Vince la pubblicazione di un Libro di 32 pagine edito dalla casa editrice Montedit di cui 50 copie vengono assegnate all’autore – Attestato di merito – Pubblicazione del testo premiato sulla rivista Il Club degli autori – Pubblicazione su Internet
  • Finalista L – Opera 3^ classificata I cancelli della notte di Adriana Torre, Napoli. Vince la pubblicazione di un Quaderno di 32 pagine edito dalla casa editrice Montedit di cui 50 copie vengono assegnate all’autore – Attestato di merito – Pubblicazione del testo premiato sulla rivista Il Club degli autori – Pubblicazione su Internet


Vincono Attestato di merito – 5 copie in omaggio della rivista Il Club degli autori sulla quale verrà pubblicata l’opera premiata – Attestato di merito – Pubblicazione su Internet i seguenti autori:
 

  • Finalista D – Opera 4^ classificata Il tuo volto di Mauro Domenella, Castelfidardo (An).
  • Finalista B – Opera 5^ classificata Come un ronzio di Nunzia Maria D’Andrea, Bernareggio (Mi).
  • Finalista F – Opera 6^ classificata A mio figlio di Maria Rosa Gelli, Arezzo.
  • Finalista E – Opera 7^ classificata Terremoto (Le scosse del cuore) di Riccardo Fedeli, Villamagna (Pi).
  • Finalista I – Opera 8^ classificata L’ulivo del Salento di Francesco Testa, Firenze.
  • Finalista M – Opera 9^ classificata Melanconia dell’angelo di Daniela Turchetto, Concordia Sagittaria (Ve).
  • Finalista H – Opera 10^ classificata Caffè letterario di Paola Chiara Steccanella, Pescantina (Vr).
  • Finalista G – Opera 11^ classificata Rondini di Annamaria Pieralisi da Lio, Ancona.
  • Finalista N – Opera 12^ classificata Pronto… c‘è vita di Antonio Zannino, Riva Ligure (Im).



 
SEZIONE NARRATIVA
 
Uno dei 12 Autori finalisti è stato squalificato poiché l’opera non era conforme al regolamento del concorso.
 
  • Finalista M – Opera 1^ classificata Frammenti di una vita di Silvia Serradori, Seregno (Mi). Vince la pubblicazione di un Libro di 32 pagine edito dalla casa editrice Montedit di cui 100 copie vengono assegnate all’autore – Targa di riconoscimento – Attestato di merito – Pubblicazione del testo premiato sulla rivista Il Club degli autori – Pubblicazione su Internet
  • Finalista C – Opera 2^ classificata Attraverso il quadro di Manuel Cutini, Monsummano Terme (Pt). Vince la pubblicazione di un Libro di 32 pagine edito dalla casa editrice Montedit di cui 50 copie vengono assegnate all’autore – Attestato di merito – Pubblicazione del testo premiato sulla rivista Il Club degli autori – Pubblicazione su Internet
  • Finalista L – Opera 3^ classificata La scritta d’oro di Serafino Randazzo, Arezzo. Vince la pubblicazione di un Quaderno di 32 pagine edito dalla casa editrice Montedit di cui 50 copie vengono assegnate all’autore – Attestato di merito – Pubblicazione del testo premiato sulla rivista Il Club degli autori – Pubblicazione su Internet



 
Vincono Attestato di merito – 5 copie in omaggio della rivista Il Club degli autori sulla quale verrà pubblicata l’opera premiata – Attestato di merito – Pubblicazione su Internet i seguenti autori:
 
  • Finalista E – Opera 4^ classificata Non posso rimproverarmi nulla di Fabio Galli, Roma.
  • Finalista G – Opera 5^ classificata Il buon carceriere di Dionigi Mainini, Fagnano Olona (Va).
  • Finalista H – Opera 6^ classificata Capitano di Massimiliano Malerba, Roma.
  • Finalista B – Opera 7^ classificata Io Paolo di Stefano Colnaghi, Fara Gera D’Adda (Bg).
  • Finalista D – Opera 8^ classificata Le mie pietre di Maria Chiara Firinu, Iglesias (Ca).
  • Finalista I – Opera 9^ classificata La giusta direzione di Tiziano Vecellio Mancini, Urbino (Pu).
  • Finalista N – Opera 10^ classificata Con altri occhi di Emilio Labianca, Roma.
  • Finalista F – Opera 11^ classificata Distant Sails di Michele Zanella, Loreo (Ro).

Opere vincitrici


Opera 1^ classificata

Sergio Baldeschi

Giusy

La mia amica Giusy
non vede più la sua ombra da troppo tempo,
è un tronco di marmo
adagiato e sorretto tra i braccioli di un letto,
ha grosse stigmate che le segnano mani e piedi…
carne sepolta sotto asettiche lastre,
sembra la pietà di Michelangelo.
Il suo respiro… è rimasto aldilà
di quelle pareti che la circondano,
schizzato via su un motorino pieno di sogni,
ora ha solo un buco nel collo
per sorseggiare l’aria
e grandi occhi per comunicare,
nella midriasi di due corolle…
un succo dolce e melodioso
le sgorga dall’abissale silenzio dell’anima,
mentre un sudore acido
lentamente la divora,
ha le sembianze di un formicaio
che scorre tra le piaghe spolpandone i contorni.
Spesso vado a trovarla,
lei è felice… lo percepisco dal suo sguardo,
che d’improvviso s’accende
e a ellisse, orbita e volteggia frenetico,
per lei… sono una clessidra di luce
che si spezza ad ogni battito di ciglia,
un raggio appoggiato sul comodino.
Malgrado le mie balbuzie…
sono tante le cose che racconto a Giusy,
a lei piace leggere il cielo attraverso le mie parole
e spaziare oltre i confini di quella finestra,
poco importa se il volo è a sobbalzi.
Quando lascio l’angolo ovattato di Giusy,
una fitta nel costato spoglia il mio sorriso,
la sua sbirciata obliqua… è sofferenza nascosta,
forse… gemella del mio cuore.


Opera 2^ classificata

Antonella De Marco

Frammenti d’ombra

In tiepido ascolto siedo
davanti a molte vite
trame sfilacciate
da radici troppo nodose
che lascio scorrere
sul perimetro della mia pelle.
Ed imparo – non vista –
l’arte sottile di intrecciare fili
ricomporre cerchi di sassi
varcare porte lungo una moltitudine
di eterni smarrimenti.
Ancora e ancora percorro
i passaggi di sempre
che sempre sanno stupirmi
mentre cammino solitaria
tra numerose braccia sconosciute.


Opera 3^ classificata

Adriana Torre

I cancelli della notte

Sempre più spesso,
col fuggire delle ore,
scivolo sul terreno labile della memoria,
in cerca di un approdo.
Senza certezza vago tra i cancelli della notte,
spalancati, un tempo,
alla mia arrogante giovinezza.
Ora, nel giardino dei ricordi,
restano solo orme sbiadite,
fantasmi smarriti
che si chinano sull’acqua della vasca
per ritrovare un palpito di vita.


Opera 4^ classificata

Mauro Domenella

Il tuo volto
(Fratello perduto)

Ti concesse un guizzo d’innocenza,
il mio Dio, per poi diventare
graffito nei suoi disegni,
e divenne incessante naufragio
il trasbordare di ogni giorno.
Germogliai funambolo sull’orlo del rimpianto,
mentre la consapevolezza dell’essere
girava con le lacrime in tasca.
Io pigolavo tra angoli di vento,
fringuello sulla fronda dell’ingenuità.
Le estati mi ubriacavo di sole,
le ginocchia mai sazie di graffi,
per acquietarmi solamente
davanti al rogo del tramonto.
Quanta fretta di vivere tutto!
E la malia delle notti di giugno, poi,
che trasudavano arabeschi di stelle,
mentre le lucciole, a stuoli,
seminavano fosforo nel grano…
Che rimane, se ancora prima di fiorire,
la falce recide il fruscio della spiga?
Forse solo il latrato del silenzio,
i suoi echi distratti allo srotolare degli anni
che conduce, clemente, ad un sentire impolverato.
Ma nell’abisso s’ingorgano maree di rivolta,
relitti sepolti nel limo del passato
riaffiorano, ora che anch’io so il mio viso.
T’immagino bocciolo di narciso,
redento da uno sfatto sudario;
e quando quaggiù, tra cardi e spine,
s’incrina la sordità del mio Dio,
orlato di luce si fa vero il tuo volto
in questo deserto cullato da miraggi.


Opera 5^ classificata

Nunzia Maria D’Andrea

Come un ronzio

Dio,
che ti ho voluto perdere quella notte faticosa
in un letto freddo.
E cercavo di odiarti spaventata dalle ore sole
che poco si prestavano al conforto della mia anima.
Ti ho voluto scacciare come mosca d’estate
e se torno nelle tue terre
mi stupisce il languore di gambe,
il silenzio scuro di sguardi,
la carezza del bosco.
Ho cercato la mia alba
per sfamare queste mani
e tu come un ronzio,
abiti orecchie e sangue.
Non ho scampo
se solo mi fermo per un attimo.
Devo correre
per non farmi trovare.


Opera 6^ classificata

Maria Rosa Gelli

A mio figlio

Ti regalo i miei sogni
ma tu potrai costruirne ancora
e realizzare solo quelli che vorrai.
Ti aiuterò a trovare la tua strada
senza percorrerne dei tratti al posto tuo.
Ti difenderò solo se necessario
ma sempre ti risponderò
quando mi chiamerai.
Osserverò il tuo cammino
senza ostacolarlo mai
forse qualche volta direzionarlo
senza mai impedirti di andare.
Sarò felice delle tue conquiste
e dividerò con te le gioie.
Ma vivere è difficile
oltre che meraviglioso
e nel dolore non ti farò da scudo
perché il dolore non rimbalza
ma penetra e fa male.
Potrò invece filtrarlo
e dividerlo con te.
Ti amo, piccolo mio
ed ho un profondo bisogno di te
ma questo è il mio segreto
che mai ti svelerò
perché sarebbe zavorra per la tua anima
che invece deve volare
lontano da me
per conquistare il mondo
e vivere la sua vita.


Opera 7^ classificata ex aequo

Riccardo Fedeli

Terremoto (Le scosse del cuore)

Trema la terra,
tremano le parole,
detriti e dolore
mi schiacciano il cuore,
mentre la polvere
copre l’amore,
allungo la mano,
chiudo gli occhi
e stringo forte a me
il ricordo del tuo sorriso
e se Dio passa di qua
gli chiedo un momento
e un po’ di vento
che mi porti sulle labbra
il sapore del sale e di te.


Opera 8^ classificata

Francesco Testa

L’ulivo del Salento

Vecchio sofferente, calmo
dormi su terra antica.
T’innalzi a sovrano
tra avide zolle e grilli
e ti bagni nella brina del mattino.
Muto a tanti, a me
racconti storie secolari,
come anziano di tempi orgogliosi
quando la pula ti accarezzava
la giovin scorza vicin la fontanella.
Possente appari al mio cospetto.
Rugoso come simbolo perenne
di mille sofferenze
ti attorcigli sull’alto tronco
come antico pugnante,
impavido e solenne. Al vespro,
silenziose, le Parche
ti cingono d’assedio
ma non ti avranno ancor
per tante lune, mentre intorno
acquitrini si seccano esausti.
Vecchio saggio, continua ancor
a regalar il tuo sudor dorato
sul pane contadino.
Mentre t’abbraccio,
l’allodola nel cantar dal basso
ti guarda innamorata, forse più di prima.


Opera 9^ classificata

Daniela Turchetto

Melanconia dell’angelo

Qual è
la corda del verso
che dispiega il passo
il volo in stormo, il caso
il tramestio rumoroso
dell’universo.

E che cos’è
il curioso fatto
che è proprio il grido fondo
a soffocarne il suono
a smorzarne il fiato.

Perché
non ci riesce
di srotolare alla cieca
dietro i margini
del velo
e pronunciare
il tuono, la saetta
il computo del conto
il nome dell’intero.

Almeno il canto
almeno quello
che resti sveglio
attento,
di tutte le nostre ali
almeno
ci resti il vento.


Opera 10^ classificata

Paola Chiara Steccanella

Caffè Letterario

La tavola imbandita
di libri e marmellata
è il nostro rifugio,
la casetta sull’albero
tra i tetti di Verona.
Sfioro le alte nebulose
tra i richiami chiassosi
dei gabbiani
mentre mi leggi il tuo Saba.

Mai fui così vicina
alla tua essenza.


Opera 11^ classificata

Annamaria Pieralisi da Lio

Rondini

Nei sereni tramonti dell’estate
garriscono le rondini
sopra le case del mio borgo antico.
Come alianti planano
sui tetti coperti di licheni,
o si tuffano impazzite,
poi tornano a salire verso il cielo.
Mi fermo incantata ad osservarle,
mi fanno ritornare al tempo andato
ai disordinati e rumorosi giochi
che intrecciavo cogli amici
lungo le viuzze e sotto gli archi
fra un litigio e un canto d’amore
dei più grandi di noi.
Serenità degli anni verdi
come mi manchi,
com’è triste e nostalgico il sospiro
che nasce guardando i vostri giri!
Però è bello pensare che tornate,
che il nido non vi aspetta invano.
Come una fata morgana
dal bellissimo viso,
la vita ci prende e ci confonde
e intanto ci fornisce l’illusione
dell’eterno ritorno alla speranza.


Opera 12^ classificata

Antonio Zannino

Pronto… c’è vita?

Pronto, qui Gaia… c’è forse qualcuno?
Per il momento non risponde nessuno.
È passato del tempo da quando son nata
in un punto del Cosmo da una nube infuocata.
Non c’era acqua e adesso c’è il mare
con tante creature da conservare.
Ho ancora vulcani, oscurano il cielo,
ma insieme all’aria stendono un velo
che fa da scudo, proteggendo la vita
in un ciclo perfetto, che non è infinita.
Sono la Terra, la figlia del Sole
e vorrei con qualcuno scambiar due parole.
È grazie all’Uomo che posso parlare,
se c’è risposta so anche ascoltare.
Lassù, non c’è dubbio, mi stanno a sentire
ma, se non fan presto, potrei anche morire.
Ogni tanto uno scontro con un meteorite
che provoca spesso enormi ferite.
Vagando nel vuoto ascolto il respiro
dell’Universo, attenta a ogni giro.
È passato del tempo fra tante stelle,
chissà quanti mondi, quante sorelle…
pronto, qui Gaia, siete forse in ascolto?
Ditemi pure, mostratemi il volto…
Pronto… qui Gaia… c’è forse qualcuno?
Mi sento sola… non risponde nessuno!


L'Albo d'Oro:
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2017 XXV Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2016 XXIV Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2015 XXIII Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2014 XXII Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2013 XXI Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2012 XX Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2011 XIX Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2010 XVIII Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2009 XVII edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2008 XVI edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2007 XV edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2006 XIV Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2005 XIII Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2004 XII Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2003 XI Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2002 X Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2001 IX Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2000 VIII Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 1999 VII Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 1998 VI Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 1997 V Edizione
Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 1996 IV Edizione
 
 
I concorsi del Club . I bandi . I risultati . Per inserire un bando . Home . Archivio . Twitter . Privacy
© Copyright 1992-2017 Associazione Culturale Il Club degli autori - Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153