Il Club degli Autori - Concorsi Letterari - Montedit - Consigli Editoriali - Il Club dei Poeti
Pagine viste dal 1-5-2008: _____
I concorsi del
Club degli autori
I risultati dei
Concorsi del Club
Le Antologie dei
Concorsi del Club
Tutti i bandi per
data di scadenza
Tutti i risultati
Informazioni e
notizie utili
il Club
degli autori
il Club
dei Poeti
Consigli
editoriali
Editrice
Montedit
Club
news
 
 
 

Premio di Poesia Il Club degli autori 2007-2008 Trofeo Umberto Montefameglio
XIV Edizione

Ultimo aggiornamento: 23 Febbraio 2009
Clicca qui per il bando completo del concorso
Andamento del concorso:

Antologia – La spedizione dell’antologia è finita il 20-06-2008.
Clicca qui per andare alla pagina dell’antologia

Andamento del concorso Abbiamo ultimato lo spoglio delle schede di votazione.

PREMIAZIONE La cerimonia di premiazione si è tenuta Sabato 31 gennaio 2009 alle ore 15,30 presso la Sala della Comunità del Teatro San Gaetano in via Olmi, 2 a Melegnano (zona Giardino).
Tutti i partecipanti riceveranno una copia della rivista Il Club degli autori con i risultati del concorso.
Clicca qui per vedere le fotografie della Premiazione
Clicca qui per vedere le fotografie della Premiazione in flash

Risultati

Risultati del Premio di Poesia Il Club degli autori 2007-2008 Trofeo Umberto Montefameglio

Ultimato lo spoglio delle numerosissime schede di votazione pervenute per l’edizione 2007/2008 del concorso Il Club degli autori ecco la classifica designata dai lettori dell’antologia.
Il bando del concorso prevedeva la realizzazione di un’antologia che racchiudeva le opere migliori selezionate da una giuria tecnica ed all’interno di ciascun volume si trovava una scheda di votazione sulla quale apporre dieci preferenze considerate a pari merito. Ed anche questa volta sono state tantissime le persone che hanno letto e poi votato i poeti finalisti inseriti nell’antologia Il Club degli autori 2007/2008 e finalmente siamo arrivati alla conclusione del concorso che vede premiati i seguenti 10 poeti:

  • 1^ classificata con 47 voti Elisa Barone di Como. Vince Targa – Pubblicazione di un libro di 48 pagine edito dalla casa Editrice di cui le verranno assegnate 100 copie gratuite – Attestato di merito – Pubblicazione del testo premiato sulla rivista Il Club degli autori – Pubblicazione su Internet
  • 2^ classificata con 46 voti Rosaria Meli di Palermo. Vince la pubblicazione di un libro di 32 pagine edito dalla casa Editrice di cui le verranno assegnate 100 copie gratuite – Attestato di merito – Pubblicazione del testo premiato sulla rivista Il Club degli autori – Pubblicazione su Internet

  • 3^ classificata con 45 voti Concetta Antonelli di Bari. Vince la pubblicazione di un libro di 32 pagine edito dalla casa Editrice di cui le verranno assegnate 50 copie gratuite – Attestato di merito – Pubblicazione del testo premiato sulla rivista Il Club degli autori – Pubblicazione su Internet


Vincono Attestato di merito – Pubblicazione del testo premiato sulla rivista Il Club degli autori – Pubblicazione su Internet – 50 copie in omaggio in caso di pubblicazione di un proprio libro con l’editrice Montedit, i seguenti autori così classificati:

  • 4^ classificata con 43 voti Anna Maria Cardillo di Roma.
  • 5° classificato ex aequo con 42 voti Fabrizio Consoli di Mirandola (Mo).
  • 5° classificato ex aequo con 42 voti Daniele Nuccilli di Marino (Rm)
  • 7° classificato ex aequo con 40 voti Daniele Armando di Caraglio (Cn).
  • 7^ classificata ex aequo con 40 voti Annamaria Nazzaro di Pescara.
  • 9° classificato ex aequo con 38 voti Vincenzo Calò di Francavilla F.na (Br).
  • 9° classificato ex aequo con 38 voti Alessandro De Vecchi di Abbiategrasso (Mi).
  • 9^ classificata ex aequo con 38 voti Paola Piazzi di Bologna Bo
Opere vincitrici

Elisa Barone

Opera 1a classificata

Il passato

Il passato non è un morto
da rimpiangere o obliare,
non è un povero sepolcro
che si può anche calpestare.
Il passato è una montagna
troppo tardi da scalare,
è un macigno sopra il cuore
che non lascia respirare.
Il passato è quella lacrima
che non tenti di asciugare
e che scende lungo il viso
senza il minimo preavviso,
è il tormento di una sera
che non ti dà riposo,
è la rabbia che scateni
contro chi fa ricordare
quelle ore, quei momenti
che vorresti cancellare.
Il passato siamo noi
con il carro che trainiamo
e che c’è finché ci siamo,
fino all’ora in cui moriamo.




La gabbia

Volevo grandi ali
e orecchie per sentire
il canto degli uccelli
invece del rumore
di catene e chiavistelli.
Ho aperto la mia gabbia,
ma l’anima invecchiata
ha detto: «è troppo tardi»
e non se n’è volata.




Rosaria Meli

Opera 2a classificata

Se tu tornassi

Se tu tornassi, solo per un istante,
ti riempirei di baci sino al crollo.
Oh mamma!!!
Gli anni passati senza di te ormai son tanti,
e ogni giorno, sogno il tuo ritorno.
Ricordo come fossi ieri,
guardavi me, mio padre e mia sorella
con gli occhi verdi pieni di pensieri.
Ricordo ancora come fosse ieri,
le notti insonnie passate a chiacchierare.
Io ti dicevo non ti preoccupare,
sono tua figlia, non ti lascerò andare,
ma dentro me sapevo che mentivo.
Ricordo il sole dell’ultima tua primavera,
la pelle si riscaldava, ma dentro c’era il gelo.
Il 29 marzo te ne sei andata,
eri cosciente, e noi lì tutti impotenti.
Tu mi guardavi, io ti accarezzavo piano,
e lentamente si fermava il tuo respiro.
Adesso che sei il mio angelo custode,
sento che mi proteggi,
e mi conduci per la mano.




Occhi

Occhi chiari, occhi scuri.
Essi dicon tutto, più delle parole.
Sono lo specchio dell’anima,
esprimono gioie e dolori.
Ho visto occhi spenti senza espressione quasi a far paura,
altri pieni d’ira che mi han trafitto il cuore
ma i più belli son quelli che esprimono amore
ti entrano dentro dandoti calore.
Organi così piccoli ma così importanti per
La mia strada ne ho incontrati tanti,
molti mi han lasciato
il segno, altri neppure li ricordo.




Concetta Antonelli

Opera 3a classificata

Notte d’agosto in campagna

Notte d’agosto in campagna
La luna fa degli ulivi
un mare d’argento
Le pietre antiche ricordano
palpiti di vite trascorse
Nel cielo le stelle di sempre
e all’orizzonte
tremule luci di oggi:
paesi
come presepi
Profumi nell’aria si fondono
con la mia anima.




Accenderò un falò sotto le stelle

Accenderò un falò sotto le stelle
e danzerò intorno al fuoco
Scarmigliata e scalza
un po’ donna e un po’ animale
nella notte d’estate
mi ubriacherò di luna
e cercherò le tue labbra
le tue braccia
il tuo corpo
tra scintille di fuoco
strega di oggi
antica come Eva
nel rito di un amore
che crederò eterno.




Anna Maria Cardillo

Opera 4a classificata

Beslan, settembre 2004

(voce fuori campo)
Bambini…
sorrisi,
quaderni, bambole,
bambini… tanti bambini.

Notte di luci, questa:
alla finestra ogni madre accende una candela.
Figli…, Signore, non ne abbiamo più,
ce li hanno uccisi tutti.
Ci sono solo angeli,
tanti,…
troppi angeli
per qualsiasi cielo.

(voce fuori campo)
Bambini…
speranze,
paura, sangue,
morte… solo tanta morte.




Ai miei figli

Nei vostri occhi mi specchio,
rami e contemporaneamente radici
che per sempre mi legheranno alla terra,
diversi come il bianco dal nero,
fratelli come il pianto ed il riso.
Amati, ciascuno, prima e più di ogni altro,
accarezzati sulla pelle tesa del ventre,
gridati fuori e messi nel mondo
per ogni giorno della vostra vita.

A voi, figli ormai uomini,
che in casa venite bussando alla porta,
scrivo lettere senza inchiostro e senza parole
per darvi questo mio essere Madre
da chiudere a chiave nel tempo.



Fabrizio Consoli

Opera 5a classificata ex aequo

L’età

La mia mente è prigioniera di un corpo
da cui cerca continuamente di evadere
raggiungendo spazi lontani
da dove poi non vorrebbe più ritornare.
Allo stesso modo il mio corpo
è prigioniero di una mente
che gli impedisce di mettere radici
costringendolo continuamente a partire
per posti in cui non vorrebbe più andare.
E così continuiamo a invecchiare
prigionieri l’uno dell’altra
finché la morte non ci libererà.




Daniele Nuccilli

 

Opera 5a classificata ex aequo

Con te

Mai inebrianti sogni fuggirono al giorno spaesati
viandanti, all’alba sospinti da un semplice sguardo
mai queste mani distesero le membra
oltre lo spazio d’un semplice abbraccio
e mai come ciliegi da azzurre finestre
questi occhi trapelarono la primavera.
Ma ora timido il sole indugia su queste mani
che la rosa sinfonia tessono sull’orizzonte
acceso dai tuoi dolci sospiri…
e il tempo si arrende a questo nostro vivere.




Daniele Armando

Opera 7a classificata ex aequo

Il vento di Apollo

Frammenti di marmo biancastro,
sirene che soffiano dall’Egeo,
note di reperti antichi.
Sono memorie appese al cuore,
sono gocce d’acqua dense di storia.
Gira la ruota del tempo,
scopro le mie radici;
passate le tempeste della notte,
si distendono le mie paure.
Il presente, avvolto
da una luce d’avorio,
mescola le tinte del tempo
e tesse uno scialle al futuro.
Nella calda culla di Delfi
il vento di Apollo riscalda i miei sogni
e scaglia le mie speranze
con audacia per i mari del mondo.




Annamaria Nazzaro

Il sentiero

infiniti… mi hanno detto… sono i sentieri
che attraversano la terra,
una miriade di false vene
che trascinano fango e tristezze
nel centro… smarrito

cuore senza memorie,
appena una lacrima resa di ghiaccio
dall’ombra distante della tua mano,
ognuno percorrerà la sua strada,
magari rubata ad un compagno di viaggio

tra un secolo o tra un istante
… chissà…
il viaggio finirà
e voi vi troverete delusi
di fronte a quel fantasma
chino su se stesso,
le mani incrociate
in atto di chi non ha mai pregato

io starò ferma
come un punto
… io sola…
sarò uno sguardo indiscreto
imparziale… come la morte
… eterno castigo per l’uomo

Io, luce randagia di stella,
come sempre,
arriverò in ritardo
all’ultimo raduno di anime…
non un profeta mi additerà il sentiero.




Vincenzo Calò

Opera 9a classificata ex aequo

Solstizio d’inverno

Vedevo, riverso sul solstizio d’inverno
il lento giorno
che scorreva in picchiata
verso il tramonto.
I pensieri, sui quali mi sdraiavo
rovesciando le tue ipotesi
si rilassavano sulla quotidianità mercenaria
e i bilanci della vita
appassivano al riverbero
induriti od ingrassati
cosparsi di sudore.
Anima scossa, a drammatizzare
a verbalizzare
l’epoca riempita
gl’ingredienti in testa
lo sguardo pusillanime
con noi a ridere della disperazione
delle cornici svuotate e figure d’ideali
di sconfitte e di riscatti
a sanguinare
correndo senza tergiversare.




Alessandro De Vecchi

Opera 9a classificata ex aequo

Scaletta barcollante

Non vi è mai nessuno
a sostenere
la scaletta barcollante
mentre ti arrampichi.
Resta pericolosamente sospesa
nel vuoto,
mentre tu prosegui
gradino dopo gradino
e allunghi
quasi a spezzarlo
il tuo braccio,
per tendere il dito
a sfiorare il firmamento.
Può capitare di toccarlo gloriosamente,
oppure di cadere rovinosamente…
… e più vicino alla vetta eri giunto
più lancinante sarà il dolore
per le tue ossa che assaggiano il cemento.
La scala della vita è così per chiunque:
perennemente ondeggiante.
A volte ci si bacia la Luna,
altre invece ci si lecca solo i lividi.
Non importa affatto il risultato,
la magia
la vive unicamente chi ci prova,
consapevole del fatto che
già saliti i primi gradini
nulla sarà
mai più
lo stesso.




Paola Piazzi

Opera 9a classificata ex aequo

La parola strappata

La parola è una spinta
strappata dalla carne,
sottratta alla leggerezza dei pensieri.

Sanguina la carne
dove la parola affiora,
ma solo così
asciuga la ferita.




Impercettibile soffio

E’ denso di palpiti
Il silenzio delle donne
che hanno molto amato.

Il tempo è
stato loro complice
nelle lunghe attese
nelle improvvise sospensioni,
nelle desiderate ribellioni.

Il tempo ha taciuto
le loro tante ferite,
le loro mancate aspettative,
le loro infinite stanchezze.

Solo a tratti un leggero
quasi impercettibile soffio
ha sollevato
un lembo di quel velo
che al mondo ha celato
lo sguardo trafitto
delle donne
che hanno molto amato

L'Albo d'Oro:
Premio di Poesia Il Club degli autori 2016-2017 - Trofeo Umberto Montefameglio XXIII Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 2015-2016 - Trofeo Umberto Montefameglio XXII Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 2014-2015 - Trofeo Umberto Montefameglio XXI Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 2013-2014 - Trofeo Umberto Montefameglio XX Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 2012-2013 - Trofeo Umberto Montefameglio XIX Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 2011-2012 - Trofeo Umberto Montefameglio XVIII Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 2010-2011 - Trofeo Umberto Montefameglio XVII Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 2009-2010 - Trofeo Umberto Montefameglio XVI Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 2008-2009 - Trofeo Umberto Montefameglio XV Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 2007-2008 Trofeo Umberto Montefameglio XIV Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 2006-2007 Trofeo Umberto Montefameglio XIII Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 2005-2006 XII Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 2004-2005 XI Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 2003-2004 X Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 2002-2003 IX Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 2001-2002 VIII Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 2000-2001 VII Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 1999-2000 VI Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 1998-1999 V Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 1997-1998 IV Edizione
Premio di Poesia Il Club degli autori 1996-1997 III Edizione
 
 
I concorsi del Club . I bandi . I risultati . Per inserire un bando . Home . Archivio . Twitter . Privacy
© Copyright 1992-2015 Associazione Culturale Il Club degli autori - Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153