Il Club degli Autori - Concorsi Letterari - Montedit - Consigli Editoriali - Il Club dei Poeti
Pagine viste dal 1-5-2008: _____
I concorsi del
Club degli autori
I risultati dei
Concorsi del Club
Le Antologie dei
Concorsi del Club
Tutti i bandi per
data di scadenza
Tutti i risultati
Informazioni e
notizie utili
il Club
degli autori
il Club
dei Poeti
Consigli
editoriali
Editrice
Montedit
Club
news
 
 
 

Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2020
XXVIII Edizione

Ultimo aggiornamento: 14 Aprile 2021
Clicca qui per il bando completo del concorso
Andamento del concorso:

La data di scadenza prevista del 30-04-2020 è stata prorogata al 30-05-2020

  • Antologia del Premio di Poesia Marguerite Yourcenar 2020 – Spedita dal 25-01-2021 al 24-02-2021 – Spedito in data 05-11-2020 le bozze dell’antologia del premio a mezzo posta – la comunicazione di ammissione è stata inviata in data 19-06-2020 a mezzo posta.
  • I 12 finalisti per ogni sezione i cui nominativi sono segreti sino alla fine del concorso hanno ricevuto le opere anonime dei finalisti ed hanno espresso il proprio giudizio decretando così la classifica finale del concorso. Una volta ultiato lo spoglio delle votazioni sono stati resi pubblici i risultati finali.
  • Resi noti i risultati finali in data 13-10-2020
  • In merito alla cerimonia di premiazione che avrebbe dovuto tenersi nella città di Melegnano nel mese di febbraio 2021, data la situazione pandemica attuale abbiamo stabilito di sospenderla e di spedire a mezzo posta i premi ai vincitori. Abbiamo inviato comunicazione agli Autori premiati con tutti i dettagli.

  • Risultati

    Risultati XXVII Edizione del Premio Letterario Marguerite Yourcenar 2019


    La Giuria della ventottesima edizione del Premio Letterario Marguerite Yourcenar 2020 indetto da Il Club degli autori, presieduta per la sezione Poesia da Maria Organtini, e per la sezione Narrativa da Massimo Barile, dopo attenta valutazione delle opere pervenute, come da bando ha designato le dodici opere finaliste di ciascuna sezione e i rispettivi autori sono diventati automaticamente i designatori dei vincitori. Ciascun finalista (contraddistinto da una lettera dell’alfabeto) ha ricevuto una copia (in forma anonima) delle opere degli altri undici finalisti e, dopo averle lette, ha espresso il suo giudizio sulle opere degli altri concorrenti elencandole in ordine di merito, ed escludendo se stesso dalla classifica.
    Ed ecco la classifica conclusiva decretata dagli stessi finalisti:




    Marguerite Yourcenar 2020 Sezione Poesia

    • 01° classificato finalista M con l’opera «Guarderai il mio giardino», Sante Serra, Baricella BO.
      Vince: Targa Marguerite Yourcenar – Pubblicazione di un libro di 32 pagine edito dalla Casa Editrice Montedit con assegnazione gratuita di 100 copie all’Autore – Attestato – Pubblicazione della poesia sull’Antologia del Premio Sezione Poesia e su Internet www.club.it
    • 02° classificato finalista D con l’opera «Ricominciare» Michele Ginevra, Caltanissetta CL.
      Vince: Pubblicazione di un Libro di 32 pagine edito dalla Casa Editrice Montedit con assegnazione gratuita di 50 copie all’Autore – Attestato – Pubblicazione della poesia sull’Antologia del Premio Sezione Poesia e su Internet www.club.it
    • 03° classificato finalista G con l’opera «Un metro di distanza» Dario Marelli, Seregno MB.
      Vince: Pubblicazione di un Quaderno di 32 pagine edito dalla Casa Editrice Montedit con assegnazione gratuita di 50 copie all’Autore – Attestato Pubblicazione della poesia sull’Antologia del Premio Sezione Poesia e su Internet www.club.it
    • 04^ classificata finalista H con l’opera «Il mio inno alla luna», Donatella Quintavalla, Parma PR
    • 05^ classificata ex aequo finalista A con l’opera «Una casa», Maria Colombo LGE, Bovisio Masciago MB
    • 05° classificato ex aequo finalista F con l’opera «Amami», Domenico Livoti, Prata Camportaccio SO
    • 07^ classificata finalista B con l’opera «Mare sincero», Lucianamaria Curti, Mortara PV
    • 08^ classificata finalista E con l’opera «Ho visto il mio lare…», Concetta Guido, Rende CS
    • 09° classificato finalista C con l’opera «Il vento silenzioso della morte», Vittorio Di Ruocco, Pontecagnano Faiano SA
    • 10° classificato finalista L con l’opera «L’intruso», Alessandro Russo, Trecase NA
    • 11° classificato finalista I con l’opera «A Bardolino», Maurizio Rinaldi, Legnago VR
    • 12° classificato finalista N con l’opera «Girotondo», Gian Paolo Simonato, Portogruaro VE

    Dal 4° al 12° classificati vincono: Attestato di merito – Pubblicazione della poesia sull’Antologia del Premio Sezione Poesia con assegnazione di 2 copie gratuite a ciascun Autore e su Internet club.it


    Questa la tabella con le votazioni dei finalisti della Sezione Poesia:




    Marguerite Yourcenar 2020 Sezione Narrativa:

    • 01° classificato finalista C con l’opera «Un giorno come un altro», Giuseppe Borasi, Cadorago CO. Vince: Targa Marguerite Yourcenar – Pubblicazione di un libro di 32 pagine edito dalla Casa Editrice Montedit con assegnazione gratuita di 100 copie all’Autore – Pubblicazione dell’opera premiata su Internet www.club.it – Attestato.
    • 02° classificato finalista F con l’opera «Rosso vermiglio», Amerigo Fanella, Sezze LT
    • 03° classificato finalista H con l’opera «La difesa viennese», Stefano Paolini, Marino RM
    • 04^ classificata finalista G con l’opera «Ti porto a vedere le lucine», Esmeralda Moretti, Labico RM
    • 05° classificato finalista L con l’opera «Tocchiamo il cielo», Emanuele Rizzi, Frabosa Sottana CN
    • 06° classificato finalista Acon l’opera «La maschera e la fattucchiera», Cristian Belloni, Seregno MB
    • 07° classificato finalista B con l’opera «Nella prossima vita voglio essere una farfalla», Luca Bertini, Vicopisano PI
    • 08° classificato finalista M con l’opera «“Eden in città», Paolo Massimo Rossi, Mozzagrogna CH
    • 09° classificato finalista E con l’opera «Fortunato Impantanato», Benvenuto Chiesa, Torino TO
    • 10° classificato finalista N con l’opera «Lo scrittore di favole», Ennio Tomaselli, Torino TO
    • 11° classificato finalista D con l’opera «La baccante», Demis Caccin, Borgoricco PD
    • 12^ classificata finalista I con l’opera «Un nuovo paradigma», Annalisa Potenza, Pescara PE

    Dal 2° all’11° classificati vincono: Attestato – Pubblicazione del racconto in Volume Antologico dei racconti vincitori della sezione Narrativa, edito dalla Casa Editrice Montedit con assegnazione di 3 copie gratuite a ciascun Autore – Pubblicazione dell’opera premiata su Internet www.club.it



    Questa la tabella con le votazioni dei finalisti della Sezione Narrativa:





    In merito alla cerimonia di premiazione che avrebbe dovuto tenersi nella città di Melegnano nel mese di febbraio 2021, data la situazione pandemica attuale abbiamo stabilito di sospenderla e di spedire a mezzo posta i premi ai vincitori. Abbiamo inviato comunicazione agli Autori premiati con tutti i dettagli.




    Opere vincitrici




    Sante Serra


    Opera 1^ classificata


    Guarderai il mio giardino

    Incerta ti aggirerai per casa,
    troppo tempo sarà passato
    per rammentare i luoghi
    del nostro ultimo abbraccio.


    Cercherai fra le mie cose
    segni e voci del mio vivere,
    troverai tracce di un cuore
    fiaccato e bisognoso di te.


    Aprirai i miei cassetti
    in cerca di una sponda
    dove attraccare i tuoi pensieri
    e i ricordi vissuti con i miei occhi.


    Ricorderai tuo padre
    nella sua complicata attesa
    nel cercare ovunque il tuo sorriso,
    che avrebbe voluto viverti di più.


    Ti siederai, guarderai il mio giardino
    da dove il mio amore per te
    volava alto, sopra il gelsomino
    sopraffatto da intimo silenzio
    e dallo sguardo di speranza.




    Michele Ginevra


    Opera 2^ classificata


    Ricominciare


    Ti ho amata talmente tanto
    da far sanguinare
    le parole mai dette,
    i pensieri impensabili,


    persino quei silenzi gridati
    che tenevano unite
    le nostre preghiere.


    Adesso che è tempo
    di ricominciare,
    di riattaccare al ramo
    le foglie cadute,
    passami i tuoi sogni…
    i miei sono ormai consunti
    da mille risvegli feriti.




    Dario Marelli


    Opera 3^ classificata


    Un metro di distanza


    Un metro di distanza
    più del fosso che separa il cuore dal cervello
    più dell’argine fra la terra e il cielo.
    Come il passo prima dell’arrivo
    o la paura di consegnarsi al precipizio.
    Un metro e tante cose da scoprire
    nei risvolti degli sguardi
    da raccontare poi ai nipoti.
    Sapersi vivi tra le mura
    di una casa
    abitata, eppure mai abbastanza.
    E percepire la vita pulsare
    nella stretta di una mano
    anche solo immaginata.
    Aver la cura di un sussurro,
    di una parola amica, chiara
    come il vetro di una lampada
    un gesto che ci guidi e ci faccia sentire
    vicini, benedetti, uniti
    da questo metro di distanza
    da questo punto di domanda.
    Essere pane, vino, commensale,
    focolare irrinunciabile,
    per sempre voce, anima di pace.
    Essere neve d’aprile,
    sciogliersi al contagio del cuore.
    Nella stessa aria,
    ad un metro di distanza.




    Donatella Quintavalla


    Opera 4^ classificata


    Il mio inno alla luna


    E quando mi perdo
    negli spazi infiniti
    dei miei pensieri
    Vago con lo sguardo
    per cercare
    un porto rassicurante
    E mi perdo
    nella tua luce
    nei tuoi riflessi
    nel tuo essere sempre là
    Imponente o furtiva
    Luminosa o fioca
    Sempre lì rimani
    Come un faro
    in quel mare di stelle
    Aspetti nuovi colori
    e lì ti lasci cullare




    Maria Colombo LGE


    Opera 5^ classificata ex aequo


    Una casa


    Ho costituito una casa,
    la casa del cuore,
    quella che serba i segreti più belli,
    i pensieri più profondi,
    una casa dagli occhi limpidi
    e che incanta per la grazia e la gioia.


    In questa casa non vi abita
    né la scialba mattina,
    né il buio del cuore.
    È una casa senza i veli della notte,
    avvolta nella luce dorata della speranza,
    con spighe alte e biondeggianti,
    con l’odore dell’estate che si avvicina.
    È scolpita nella memoria dei miei giorni
    con le voci, gli sguardi
    e i germogli dell’amore.




    Domenico Livoti


    Opera 5^ classificata ex aequo


    Amami


    Amami
    con il passo delicato degli dei
    e l’urlo trionfale di un esercito in vittoria.


    Amami
    con l’esuberanza di una magnolia
    in primavera
    e l’umiltà di una viola sul sentiero.


    Amami
    col silenzio delle barriere coralline
    e il fragore delle onde sugli scogli.


    Amami
    con i versi di un poema epico
    e con un singolo languido sospiro.

    E infine Amami
    per sollevare il sipario del tempo
    e dare vita allo spettacolo
    dell’immortalità.




    Lucianamaria Curti


    Opera 7^ classificata


    Mare sincero


    Ho conquistato il mare,
    quello sincero, rude,
    che prende come una magia
    e manca, quando si è lontani.
    È un verde smeraldo
    che si perde in un blu cobalto,
    nello sciogliersi della lontananza.
    È un mare un po’ rabbioso,
    col vento che gioca
    come un bimbo ribelle.
    Spinge le onde con forza,
    le solleva,
    le accavalla, le rincorre,
    le infrange, piene di vita,
    in un ribollire di schiuma bianca.
    Non c’è che lo sbuffo del maestrale
    e il fiato di quest’acqua madre
    a riempire i pensieri.
    Finalmente un volo planare.
    Aquilone o gabbiano,
    cercherò la mia destinazione.
    Unica ed essenziale, sempre,
    legata ad un sottile filo invisibile,
    cavalco la marea,
    da un capo all’altro dell’orizzonte.




    Concetta Guido


    Opera 8^ classificata


    Ho visto il mio lare


    Ho visto il mio lare
    era un’ora balorda, né l’alba, né mezzanotte.
    mi ha fissata negli occhi,
    tra la lavatrice e la sedia Luigi Quindici,
    sotto il quadro del pesce blu.
    Il mio lare femmina, una bisnonna o una trisavola.
    Anche io sono qui da secoli, con le rughe di dentro
    che sono solchi di fiumare.


    Il mio lare mi sorride e adesso so
    perché parlo con la mia casa,
    accarezzo i suoi muri.
    Ascolto il silenzio del geco.
    Sono il frutto di aurore e crepuscoli
    di tarantelle e inverni di pioggia
    trapasso questo tempo con addosso gli ardori
    di nonne in guerra e in pace


    Piango per la morte di un figlio
    gioisco per il mio olio e il mio vino
    Adesso so perché parlo con il focolare
    e faccio entrare il sole da ogni pertugio
    Io che fuggo e affondo
    riemergo nel quieto mare
    con la mia anima da naufraga
    sono la chiave del tempo




    Vittorio Di Ruocco


    Opera 9^ classificata


    Il vento silenzioso della morte


    È un vento silenzioso quasi astratto
    a trascinarci verso l’orizzonte
    che appare come l’orlo dell’abisso
    a noi viventi all’ombra della morte.
    La piazza vuota al colmo del mattino
    rende lo sguardo muto e sconsolato
    a chi quasi a difendersi dal nulla
    s’affaccia appena ai bordi della vita.
    Il tempo sembra immobile, è un tormento
    come una spada pronta a trapassare,
    che fissa ad un centimetro dal cuore
    non indietreggia né si lascia andare
    al colpo che dilegua l’agonia.
    Stammi vicina amica mia speranza
    rinuncia ai tuoi propositi di fuga
    da questa terra amara e maledetta,
    rendimi almeno un palpito di luce.
    Fa’ sì ch’io qui non resti a consumarmi
    tra pile di ricordi e di rancori
    ma possa ancora prendere per mano
    la donna mia che attende sulla soglia
    avvolta nel vestito dell’amore.
    E se grida più forte la tempesta
    e la paura annera ogni sorriso
    perché il nemico occulto ci divora,
    tu non abbandonarci alla deriva
    ma guidaci nel tempio dell’aurora,
    lontano, via da questa infausta notte.
    Insegnaci ad usare le parole
    raccolte lungo i viali del silenzio
    per colorare di nuova bellezza
    il volto sfigurato della vita.
    Vedrai ritorneremo a camminare
    con gli occhi accesi dalla meraviglia,
    e finalmente ancora a respirare
    il brivido innocente di un abbraccio.




    Alessandro Russo


    Opera 10^ classificata


    L’intruso

    Entra senza una faccia,
    e come un bambino
    che ha indossato solo un vestito
    – ormai stretto – da pipistrello,
    si affretta a provare
    nelle ombre di Halloween
    altre maschere della paura.
    Non s’intende di colpe o rimorsi,
    e con l’entusiasmo di un debuttante
    fa l’unica cosa che sa fare: infetta,
    democraticamente, corrompendo
    un colpo di tosse o uno starnuto
    per farsi accompagnare fuori
    a cercare un altro ospite,
    a regalare una nuova paura


    (Wuhan, 31 ottobre 2019)


    È arrivato da un po’ senza fare rumore,
    aspettando le sfilate di Carnevale
    per provare anche qui, su facce diverse,
    le stesse maschere, che fanno paura
    come quelle cinesi e forse ancora di più:
    sembra più forte o semplicemente le sue maschere,
    che i giovani mettono e tolgono con facilità,
    sono troppo strette per i tanti da noi
    che avendo già l’affanno degli anni,
    non riescono a sfilarle e restano senza respiro

    (Codogno, 25 febbraio 2020)




    Maurizio Rinaldi


    Opera 11^ classificata


    A Bardolino


    Stasera il lago, cittadina mia,
    di rosato ti vuol vestire a festa.
    Cessa il fragor garbato per la via;
    celasi il sole là dietro la Testa.


    L’anatra, ai tocchi dell’Avemaria,
    porta a dormir la prole, lenta e mesta.
    Poi quando è un velo di malinconia,
    tremante, l’ombra di una coppia resta.


    Dolce città che lo straniero incanti,
    con tua avvenenza magica e maliarda,
    quali amori tu fai nascere e quanti!


    Ecco la luna, Bardolino cara,
    e, mentre ti addormenti, essa ti guarda
    e ti accarezza con sua mano chiara.




    Gian Paolo Simonato


    Opera 12^ classificata


    Girotondo


    Giri di valzer
    tra nuvole rosa
    nere bianche grigie
    e spegnere lo smart.
    La ruota gira, rosso o nero
    la pallina danza tra balli e canti
    nell’ansia del mistero.
    Gira la ruota, rosso e nero
    la mano trema tra chiat e twitter
    nel ritmo giornaliero.
    Bramare
    e pensare di fare cercando
    sfide e ambiziosi progetti
    inciampati nel farò domani.
    Desiderare
    e spezzare angosce vagando
    tra sogno e affanno
    mentre cola tra le dita chiuse.


    Ondeggia il vuoto sulla cima del vento
    frustando le note
    sul rosso voluto
    sul nero trovato.




    L'Albo d'Oro:
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2021 XXIX Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2020 XXVIII Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2019 XXVII Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2018 XXVI Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2017 XXV Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2016 XXIV Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2015 XXIII Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2014 XXII Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2013 XXI Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2012 XX Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2011 XIX Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2010 XVIII Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2009 XVII edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2008 XVI edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2007 XV edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2006 XIV Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2005 XIII Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2004 XII Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2003 XI Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2002 X Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2001 IX Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 2000 VIII Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 1999 VII Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 1998 VI Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 1997 V Edizione
    Premio Letterario Internazionale Marguerite Yourcenar 1996 IV Edizione
     
     
    I concorsi del Club . I bandi . I risultati . Per inserire un bando . Home . Archivio . Twitter . Privacy
    © Copyright 1992-2020 Associazione Culturale Il Club degli autori - Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153