Il Club degli Autori - Concorsi Letterari - Montedit - Consigli Editoriali - Il Club dei Poeti
Pagine viste dal 1-5-2008: _____
I concorsi del
Club degli autori
I risultati dei
Concorsi del Club
Le Antologie dei
Concorsi del Club
Tutti i bandi per
data di scadenza
Tutti i risultati
Informazioni e
notizie utili
il Club
degli autori
il Club
dei Poeti
Consigli
editoriali
Editrice
Montedit
Club
news
 
 
 

Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2000
V Edizione

Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 2000
Clicca qui per il bando completo del concorso
Andamento del concorso:

Antologia – Clicca qui per vedere l’antologia

Risultati

Classifica della giuria con Attestato di merito:


  • 1° classificato Roberto Silleresi di Baganzola (Pr) con l’opera Nido d’Africa. Questa la motivazione: “L’Autore, Roberto Silleresi, ha creato una poesia dai toni sfumati, evanescenti, stilisticamente precisi riuscendo a ricreare un magico continente cristallizzandolo con le immagini e un profondo sentire poetico. Attento alla trappola della nostalgia ripercorre la savana per meditare sui profumi della terra sorbendo tè. La sensazione è quella di uno stile stratificato di richiami e immagini poetiche che scorrono con fluidità ed un impeto totalmente spontaneo”.


  • 2° classificato Livia Corona di Milano con l’opera Il fiore della notte. Questa la motivazione: “Con una originale visione riesce a creare “sotto cieli indifferenti” un flash poetico nel quale le farfalle nonostante “siano ferite e senza più colori” riescono a sopravvivere in questa giungla malata e crudele: una profonda tenerezza”.


  • 3° classificato Adriana Scarpa di Treviso con l’opera Febbre di esistere. Questa la motivazione: “La struggente bellezza dell’esistere. La vita legata e scandita dal tempo che “si copre di ruggine”. Adriana Scarpa è Poetessa capace di una visione profonda che scava fino all’essenza più intima di ogni emozione”.


  • 4° classificata Carlo Carrea di Stazzano (Al) con l’opera Senza titolo
  • 5° classificata Danilo Tabacchi di Carpi (Mo) con l’opera Le fate
  • 6° classificato Giovanni Mazza Montanari di Modena con l’opera Emozioni sadiche
  • 7° classificato Daniele Tagliani di Melzo (Mi) con l’opera Senza titolo
  • 8° classificato Nando Giangregorio di Vimercate (Mi) con l’opera Così è la vita
  • 9° classificato Vilma Porro di Plodio (Sv) con l’opera Chiarori d’alba
  • 10° classificato Alessandra Veronese di La Spezia con l’opera Il corridoio


Segnalati dalla giuria con Attestato di merito:


  • “Habere Artem” di Massimiliano Badiali, Arezzo;
  • “Prima dell’alba” di Fabrizio Bellegrandi, Roma;
  • “L’ira” di Dino Dorsi, Monfalcone (Go);
  • “Cuore marino” di Chiara Fratar, Novara;
  • “La primula rossa” di Stefano Frascari, Colorno (Pr);
  • “Dedicata” di Barbara Sedici, Arezzo;
  • “Fischiettando” di Riccardo Maria Zaccaria, Roma.


Opere vincitrici

1° classificato

Roberto Silleresi

Nido d’Africa


(il castello di Karen Blixen)


Improbabili movenze di ragno
per la donna adornata di nero,
ferma sotto l’ombrello di legno
coltivato a purpuree rose.


Cadono petali a coriandolo
nel salmo spontaneo e pagano,
nelle stanze dagli echi incurvati
distilla il profumo del caffè.


Pomeriggi lontani da sentire
con la parte sinistra del cuore,
svelenire i giorni della neve
declamando spaccati di Africa.


“Candida icona del Kilimanjaro,
inerte scollatura della terra,
coagulato fraseggio di fuoco,
il tempo è altra lontananza”.


Patinata devozione al mare,
navigare con occhi di pece
e cenere di savana ai piedi,
sorbendo il tè degli altopiani.


Le lunghissime ciglia del fiordo
mausoleo di vele screpolate,
rintocca una pioggia di bronzo
sui neri merletti dei comignoli.


2° classificata

Livia Corona

Il fiore della notte


Lucciole nere
più nere della notte
che vi attende
brillano ancora
nei vostri occhi
le fiammelle
ma il cuore è greve
e non sa più volare.
E voi, farfalle ferite
senza più colori
vi cambiate le ali
in desolati giardini
di periferia
sotto cieli indifferenti
lontane dai profumi
della terra natia.
E all’imbrunire
sciamate tutte
rumorose
verso il grande fiore
del male
che, assurdamente
vi fa sopravvivere
in questa giungla
malata e crudele.


3° classificata

Adriana Scarpa


Il tempo sprecato si copre di ruggine
per questo ogni mio giorno
è vertigine e sfida.
Mi sono cresciute
lunghe orecchie di cocker
per cogliere il sussurro delle strade,
il respiro dei muri e ogni alba nuova
mi alita fruscii segreti sulla fronte.
Speranze scaturiscano sempre
dai fianchi che sollevo come stendardi
per tentare l’orizzonte.
Il tempo è un pontile
sopra cui si riversano le onde
le girandole di luce, la mia felicità
di essere viva. Tutto è vortice qui
tutto si slancia, lievitano braccia e sguardi
nelle fughe.
Oh, la chiarìa che si diffonde!
Mille sono le tracce che qui lascio
un ritmare di canti e di maree
la voce franta nei canneti d’aria.


Per febbre di vivere
talvolta il cuore è un poco stanco
ma sempre luminoso resta il vomere
affondato nel rubino delle vene.
Porto alta la mia ragione d’essere
la struggente bellezza dell’esistere.
I miei gesti sono radiosi di magie
un mosaico incendia l’orizzonte
in questo tempo prodigo di sogni.


4° classificato

Carlo Carrea


Oggi
per quanto io frughi
negli antri più bui
non trovo che cose ridette
mondi nei quali già fui
pensieri usati
abiti smessi
più volte rivoltati.
Però non desisto
e vago tra cumuli
di ricordi ammuffiti
speranze e sogni,
sogni infiniti.
In questa soffitta
cantina anfratto
continuo a muovermi cauto:
so che d’un tratto
senza preavviso
da un innocuo piccolo
ninnolo
un qualche nulla liso
lucente rampollerà
immensa o infima
una verità.


5° classificato

Danilo Tabacchi

Le fate


È vero.
Le fate non temono la polvere.
Riposano su scaffali celesti
i loro cuori
e nella luce antica di una stella
serbano segreti.
Difficile è ascoltare
le parole sommesse
strappate all’anima stupita.
Il cuore di carta raccoglie fiabe silenziose,
narra ai minuscoli grilli d’un popolo
che sapeva inventare miraggi…
Fanciulle senz’atomi
ricamavano lunghe follie
tra le savane dei sogni.


6° classificato

Giovanni Mazza Montanari

Emozioni sadiche


Tutte le volte
che salgo sopra un treno,
la ruota dei ricordi
inizia inesorabile il suo corso.


Come una sadica lama affilata
mi seziona il cuore,
procurandomi quel sottile dolore,
inseparabilmente legato
alla più alta delle emozioni umane.


Si riaprono in me
antiche ferite nostalgiche.
Risalgono dal profondo dell’anima
tutte le immagini,
i sapori e gli odori
di quando ingenuamente
coglievamo il fiore più bello
della nostra adolescenza.


Tutte le volte che la campagna
scorre da quel finestrino,
ricordo la distanza
che ci separava,
ricordo la passione che ci univa
e ricordo i tuoi occhi di ghiaccio
il giorno in cui te ne andasti.


7° classificato

Daniele Tagliani


La luce fioca e tremante disegnava
sulle pareti l’invadenza delle forme,
linee secche e spazi d’ombra
alteravano i colori addormentati.
Sentivo pace ed armonia,
Silenzio,
mentre gravidi di lacrime
lentamente aprivo gli occhi.


La volta celeste stasera mi turba
l’aria è satura d’immagini puerili
lo, smarrito nella quiete dei miei respiri,
Lacero la mente stordita,
E non riesco a non pensare
Alla silfide che droga
La mia vita.


Libare nei volti la gaia passione
Nascosta e lasciava nei suoi mutamenti
Putrefazione mancata dei miei lineamenti
Coi crini isterici di tenaci correnti
Consumo il potere
Di un uomo mancato
Tramonto alle sere
Che un giorno è passato
Conosco, sazio d’ansie e tristi eventi
La paura di affondare
L’edonista può crepare
Ma l’eterno è nelle menti.


Piange la notte
nel silenzio
della vita
Lei respira nel mio sonno
la malinconia di un’eterna
emozione.


8° classificato

Nando Giangregorio

Così è la vita


Padre mio, come passa il tempo
e nei tuoi occhi senza sguardo
scorgo il vuoto che ti circonda!
Ti dibatti in un acquario d’ombre,
prigioniero d’una incognita realtà,
e nelle lunghe notti di dormiveglia
il bastardo ululato dei cani
e la querula nenia dei gatti
accrescono di più il tuo patema.
Consunto ormai dal torchio dell’oblio,
scorri le sbiadite pagine del tempo,
che evocano sprazzi di lontane memorie:
echi dolorosi sciolgono in accorati sospiri.
Padre mio, come passa il tempo!
L’inverno è ormai già alle porte
e non senti più il profumo dell’estate,
ma respiri l’acre odore della solitudine.
Com‘è disumana questa iattura!
Coraggio, padre… così è la vita!


9° classificata

Vilma Porro Marchetti

Chiarori d’alba


Le onde appena muovono
in silenzi d’indaco.
Nubi leggere
preziose trascolorano.
Chiome di pini
nereggiano in controluce.


Chiarori d’alba
si annunciano ad oriente
sfiorano i muri freddi
di case addormentate.
Tremuli di rugiada
ulivi e mirti
emergono dalla notte.


Corolle nuove
si volgono alla luce.
Pensieri dissigillati
carnose foglie schiudono.
Si acquietano
le urgenze del pensiero
in plenitudine stupefatta
si ricompongono.


10° classificato

Alessandra Veronese

Il corridoio


Per te continuo a scrivere
corridoio di porte aperte
dove si affacciano sgranati
i circuiti del pensiero
che solitario sboccia
in crisalidi argentate.


L'Albo d'Oro:
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2019 XXIV Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2018 XXIII Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2017 XXII Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2016 XXI Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2015 XX Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2014 XIX Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2013 XVIII Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2012 XVII Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2011 XVI Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2010 XV Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2009 XIV Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2008 XIII Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2007 XII Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2006 XI Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2005 X Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2004 IX Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2003 VIII Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2002 VII Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2001 VI Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 2000 V Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 1999 IV Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 1998 III edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 1997 II Edizione
Premio di Poesia Poeti dell'Adda 1996 I Edizione
 
 
I concorsi del Club . I bandi . I risultati . Per inserire un bando . Home . Archivio . Twitter . Privacy
© Copyright 1992-2018 Associazione Culturale Il Club degli autori - Partita Iva e Codice Fiscale 11888170153